Multa semaforo rosso: ecco perché potrebbe essere annullata

La sanzione può essere contestata se manca la delibera comunale che autorizza l'installazione del dispositivo: lo ha stabilito una sentenza dello scorso settembre del Giudice di Pace di Ivrea

Chi subisce una multa per aver passato con semaforo rosso, potrebbe vederla annullata se manca la delibera comunale che autorizza l'installazione del dispositivo.

Autovelox e pedoni: le novità del Codice della Strada

La sentenza del Giudice di Pace di Ivrea

Lo ha stabilito il Giudice di Pace di Ivrea in una sentenza emessa lo scorso 24 settembre. In essa, viene ribadito come l'installazione dello strumento di rilievo automatico delle violazioni per il passaggio con il semaforo rosso deve essere autorizzata da una delibera comunale. Nel caso in cui l'automobilista sanzionato proceda con la contestazione dell'apparecchio elettronico, è al Comune che spetta proporre in giudizio la delibera.

La motivazione

Il Giudice di Pace ha anche specificato la motivazione della sentenza. La multa per passaggio con il semaforo rosso va annullata se l'amministrazione non deposita la delibera della giunta comunale che autorizza l'installazione del dispositivo: e questo poiché il mancato deposito comporta l'impossibilita di effettuare una verifica sulla correttezza dell'operato dell'amministrazione comunale stessa.

Roma, dove sono i nuovi autovelox: la lista completa per evitare le multe

Commenti