Clamoroso Fenerbahçe, sbagliato il bonifico per Zajc: altro che Empoli, va a una concessionaria d’auto

Un errore clamoroso nell'affare dello sloveno: l’ultima rata del cartellino è stata inviata per errore a un altro destinatario, che non voleva restituire la somma. Ecco la verità
Clamoroso Fenerbahçe, sbagliato il bonifico per Zajc: altro che Empoli, va a una concessionaria d’auto
TagsEmpoliFenerbahcezajc

Miha Zajc, centrocampista sloveno in forza al Fenerbahçe, è al centro di un affare decisamente confusionario. Trasferitosi dall’Empoli al club turco nel gennaio 2019 (anche se lo scorso anno è stato girato in prestito al Genoa), mancava solo l’ultima rata del suo cartellino da versare sul conto dei toscani. Ma dal Fenerbahçe è stato commesso un clamoroso errore: invece di inviare il bonifico all’Empoli, è stato mandato a una concessionaria d’auto olandese.

Pogba, supercar da peccato capitale: Ferrari, Lambo e la Rolls che fece infuriare Mourinho

La concessionaria portata in tribunale

L’ultima rata del cartellino del giocatore, 830.929,50 euro, non è arrivata sul conto del club di Serie A bensì a una concessionaria d’auto di Doetinchem, nei Paesi Bassi. Un errore involontario, di cui il Fenerbahçe non si era neanche accorto, ma che ha scatenato un vero e proprio tafferuglio. Quando poi, dopo una vana attesa, i toscani hanno richiesto il pagamento, la faccenda è venuta a galla e si è riusciti a risalire al fortunato destinatario di questa piccola fortuna.

Ed è qui che viene il bello: una volta contattata, la concessionaria d’auto olandese non ne ha voluto sapere di restituire la somma ricevuta e così la capolista della Super Lig si è vista costretta a portarla in tribunale. Per fortuna, il ricorso è stato vinto, il destinatario ha restituito i soldi che sono poi stati girati, questa volta per davvero, all’Empoli, concludendo così l’affare Zajc.

È stato lo stesso Fenerbahçe a raccontare tutto ai media, tramite una nota stampa: “Il 4 agosto 2021, il tribunale distrettuale di Gelderland a Zupthen, nei Paesi Bassi, ha ordinato a detta società di rimborsare il nostro Club. È stato avviato il processo di rimborso e in questa direzione sono state realizzate tutte le sanzioni legali nei confronti della società interessata a favore del nostro club”.

Cristiano Ronaldo, una Bentley Flying Spur per andare all’allenamento

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti