Fontana: “L’oro a metà con mio marito”

L'azzurra sul successo nello short track: "Avevo pensato di smettere dopo Sochi, spero che questo risultato aiuti il movimento a crescere"
Fontana: “L’oro a metà con mio marito”© AFPS
2 min

PYEONGCHANG - “Ringrazio le Fiamme Gialle e il Coni perché hanno spinto affinché avessi mio marito al mio fianco in questi giorni: ne ho ricevuto quel qualcosa in più che mi ha portato a vincere la medaglia”. Non è stato un percorso senza ostacoli quello di Arianna Fontana, oro nello short track alle Olimpiadi di Pyeongchang.

UNA MEDAGLIA PER DUE - “Mi ha aiutato nella preparazione fisica e nel mettermi sempre in discussione - ha spiegato l’azzurra a Casa Italia - studiando esercizi mirati per farmi reagire. Dei battibecchi ci sono stati, ma era sempre nella ricerca dello stesso obiettivo. È stata dura per entrambi, questa medaglia è anche sua”.

“AVEVO PENSATO DI SMETTERE” - Per Arianna Fontana la gioia è arrivata nei primi giorni delle Olimpiadi invernali, adesso ci saranno altre gare in cui andare a caccia di medaglie: “Spero che quest’oro sia una carica in più per tutti noi, aspettavo molto questa vittoria che credevo potesse arrivare già a Sochi. Avevo pensato di smettere, ma alla fine mi sono rimessa in gioco e non posso che esserne contenta”.

LE ALTRE GARE - Una staffetta da giocarsi in finale, poi i 1000 e i 1500: l’avventura può essere solo all’inizio con tre capitoli ancora da scrivere. “Amo lo short track, spero che questo mio risultato aiuti a creare un movimento per far conoscere questo sport anche ai più piccoli”. 

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti