Italia, si sceglie il portabandiera: tutte le ipotesi e quando verrà annunciato

Novantacinque giorni all'Olimpiade di Parigi: oggi l'annuncio degli alfieri azzurri
Italia, si sceglie il portabandiera: tutte le ipotesi e quando verrà annunciato
Paolo De Laurentiis

Sarà totonomi ancora per qualche ora. Poi la Giunta e il Consiglio del Coni annunceranno i portabandiera di Parigi 2024. Saranno due, un uomo e una donna («Seguiamo la raccomandazione del Cio sulla parità di genere», ha spiegato più volte Malagò). Sul resto, si va a sentimento. Se - come sembra - sarà rispettato il principio di affidare la bandiera a un atleta che ha già vinto l’oro olimpico, il tetris ha variabili limitate. Altrimenti vale tutto. Restando alla prima ipotesi, difficile pensare che l’atletica possa essere esclusa dopo i 5 storici ori di Tokyo: non considerando Jacobs, portabandiera proprio in Giappone nella cerimonia di chiusura, il primo della lista è Tamberi. In pochi come lui rappresentano lo spirito olimpico: l’infortunio prima di Rio 2016, il trionfo nel 2021, successi a non finire.

Ipotesi Paltrinieri? Concreta ma c'è problema...

L’unico che potrebbe contendergli lo scettro è Gregorio Paltrinieri, azzurro del nuoto, campione olimpico 8 anni fa su cui c’è poco da dire. A fare la differenza potrebbero essere i programmi, perché Greg sarà in altura fino al 27 luglio mentre la cerimonia di apertura è prevista il 26. Tenendo conto di questo aspetto, la scelta sarebbe quasi automatica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le scelte sul fronte femminile e quando ci sarà l'annuncio

Sul fronte femminile, l’oro dell’atletica sarebbe Antonella Palmisano (marcia) ma vorrebbe dire due portabandiera della stessa federazione. Malagò non ha escluso nulla, ma salgono comunque le quotazioni di Arianna Errigo (scherma), oro olimpico nel fioretto a squadre a Londra 2012. Vincente e anche mamma. Molto più indietro Vanessa Ferrari (ginnastica, già 4 olimpiadi) cui però mancano l’oro olimpico (argento a Tokyo) e la certezza di essere a Parigi. Il criterio di puntare su atleti di due federazioni diverse taglierebbe fuori una delle coppie più vincenti dello sport italiano: i velisti Ruggero Tita e Caterina Banti, tre Europei, tre Mondiali e un’Olimpiade in bacheca. Certo, si potrebbe anche decidere di sciogliere il duo. A Giunta e Consiglio del Coni l’ultima parola: l’annuncio è atteso in tarda mattinata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sarà totonomi ancora per qualche ora. Poi la Giunta e il Consiglio del Coni annunceranno i portabandiera di Parigi 2024. Saranno due, un uomo e una donna («Seguiamo la raccomandazione del Cio sulla parità di genere», ha spiegato più volte Malagò). Sul resto, si va a sentimento. Se - come sembra - sarà rispettato il principio di affidare la bandiera a un atleta che ha già vinto l’oro olimpico, il tetris ha variabili limitate. Altrimenti vale tutto. Restando alla prima ipotesi, difficile pensare che l’atletica possa essere esclusa dopo i 5 storici ori di Tokyo: non considerando Jacobs, portabandiera proprio in Giappone nella cerimonia di chiusura, il primo della lista è Tamberi. In pochi come lui rappresentano lo spirito olimpico: l’infortunio prima di Rio 2016, il trionfo nel 2021, successi a non finire.

Ipotesi Paltrinieri? Concreta ma c'è problema...

L’unico che potrebbe contendergli lo scettro è Gregorio Paltrinieri, azzurro del nuoto, campione olimpico 8 anni fa su cui c’è poco da dire. A fare la differenza potrebbero essere i programmi, perché Greg sarà in altura fino al 27 luglio mentre la cerimonia di apertura è prevista il 26. Tenendo conto di questo aspetto, la scelta sarebbe quasi automatica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
1
Italia, si sceglie il portabandiera: tutte le ipotesi e quando verrà annunciato
2
Le scelte sul fronte femminile e quando ci sarà l'annuncio