Bolt contro le scarpe dei velocisti: "Sono strane, quasi ridicole"

Il giamaicano considera un'innovazione "strana ed ingiusta" le calzature utilizzate alle Olimpiadi anche da Jacobs. Ecco le sue parole dette alla Reuters qualche settimana fa
Bolt contro le scarpe dei velocisti: "Sono strane, quasi ridicole"
2 min

TOKYO (Giappone) - La vittoria della medaglia d'oro di Marcell Jacobs continua a generare discussioni. Dopo le deprecabili accuse di doping rivolte da parte della stampa britannica, sono tornate a circolare con insistenza anche le parole del campione Usain Bolt, ex velocista e leggenda vivente dell'atletica internazionale: il giamaicano qualche settimana fa criticò in un'intervista alla Reuters l'utilizzo delle scarpe dai velocisti alle Olimpiadi, anche dal neo campione olimpico Jacobs, a suo dire una innovazione "strana ed ingiusta" ed "al limite del ridicolo", perchè a suo dire capaci di aiutare troppo la prestazione dell'atleta che le indossa. Le parole di Bolt erano rivolte soprattutto alla federazione internazionale, colpevole di aprire a scelte tecnologiche troppo invadenti nelle calzature da gara.

La Torre su Jacobs: "Basta sospetti"

Jacobs, ecco i segreti del corridore azzurro

Bolt critica Jacobs per le scarpe. Ma cos'hanno di speciale?

Che cosa hanno di speciale queste scarpe? Un effetto a ‘super molla', che rende più efficace la spinta e la coordinazione del movimento del corridore . Quelle usate da Jacobs pesavano 173 grammi, avevano una super punta e un tacco spesso appena 20 millimetri. La piastra di carbonio inserita nella suola costituisce un corpo unico ed è leggermente più larga della pianta del piede. Un particolare che aumenta la superficie di contatto tra l'arto e la pista, garantisce una migliore stabilità, favorendo accelerazione e progressione.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti