Il vero motivo della rinuncia di Simon Biles: è giallo alle Olimpiadi

Dietro all'addio dell'atleta statunitense potrebbero esserci motivi legati all'assunzione di farmaci, attualmente vietati in Giappone
Il vero motivo della rinuncia di Simon Biles: è giallo alle Olimpiadi© Getty Images
TagsOlimpiadiBiles

Un problema fisico o mentale? Da giorni il mondo dello sport si chiede quale sia il vero motivo dell'abbandono di Simone Biles alle Olimpiadi di Tokyo. L'atleta statunitense si è fermata durante la finale a squadre di martedì scorso, dopo aver fallito un esercizio nel volteggio di apertura. La Usa Gymnastics ha parlato di "problema medico", il suo allenatore di "problema mentale". La Biles aveva confermato di "lottare contro i demoni che ho in testa", ripetendo di "dover pensare prima alla salute, poi alle medaglie".

Biles: farmaci vietati a Tokyo

Durante il The Joe Rogan Experience Show, il conduttore ha ipotizzato un'altra motivazione, ricordando che durante le Olimpiadi del 2016, alcuni hacker entrarono nel sistema del Cio e trovarono che la Biles era affetta da deficit dell'attenzione e iperattività (AHDH). Per questo motivo, l'atleta statunitense assumeva dei farmaci vietati dalle regole antidoping e per poter prendere parte alle competizioni aveva chiesto, ed ottenuto, un'autorizzazione particolare. In Giappone però questi farmaci sono illegali, anche per usi medici. E' questo il vero motivo del suo addio?

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti