Cagnotto: "Mi piacerebbe essere portabandiera a Tokyo 2020"

La tuffatrice azzurra: "Il rinvio olimpico ha complicato tutto, un anno e mezzo di lavoro buttato, ripartire non è stato facile ma ci proveremo"
Cagnotto: "Mi piacerebbe essere portabandiera a Tokyo 2020"© LaPresse
1 min
TagsCagnottoOlimpiadiTokyo 2020

ROMA - Anche Tania Cagnotto si candida per portare la bandiera tricolore all'inaugurazione dei Giochi Olimpici rinviati al 2021. La tuffatrice, che deve superare le qualificazioni italiane in dicembre e mondiali nel febbraio 2021, ha aperto alla possibilità: "Non lo nascondo, mi piacerebbe essere la portabandiera alle Olimpiadi di Tokyo il prossimo anno". Quella di Tokyo sarebbe la sua sesta Olimpiade in carriera, dopo che nell'ultima, in Brasile, ha ottenuto una medaglia d'argento in sincro con Francesca Dallapè e un bronzo individuale nel trampolino da 3 metri. Proprio a proposito di quelli che potrebbero essere i suoi ultimi Giochi Olimpici ha detto: "Il rinvio olimpico ha complicato tutto, un anno e mezzo di lavoro buttato, ripartire non è stato facile ma ci proveremo". Infine ha parlato del rifugio Oberholz di Obereggen, dove si trova accompagnata dalla famiglia: "Sto scoprendo la montagna anche in estate, qui mi sento sicura, si possono mantenere le distanze di sicurezza e respirare aria pura".

Tania Cagnotto si allena con la piccola Maya
Guarda il video
Tania Cagnotto si allena con la piccola Maya

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti