Conte, Lazio, derby e Ceferin: le ultimissime

Il tecnico sarebbe stato offerto al Barcellona. Rovella: "Lo spogliatoio è unito". Altri 16 daspo per Lazio-Roma di Coppa Italia. Il presidnete Uefa non sio ricandiderà
3 min

Ascolta le news del momento in meno di due minuti

Conte offerto al Barcellona. Rovella: "Lo spogliatoio è unito". Altri 16 daspo per il derby di Coppa Italia. Ceferin: "Non mi ricandido"

ROMA - Conte è stato offerto al Barcellona, che valuta e riflette. L'indiscrezione viene lanciata dal quotidiano sportivo spagnolo "Sport", che dà i dettagli: l'ex tecnico del Tottenham, senza squadra da marzo scorso, cioè quando si è separato dagli Spurs, non sarebbe nella lista dei preferiti del consiglio di amministrazione del Barça e del ds Deco, ma per il dopo Xavi, che lascerà a fine stagione, è un nome che comunque verrà preso in considerazione.

Non è un momento facile per la Lazio, chiamata a rialzarsi dopo i recenti ko. E a margine dell’evento “La Lazio nelle scuole”, Nicolò Rovella ai cronisti presenti ha parlato della situazione: “Come uscire da questo momento complicato? Con il duro lavoro. Già da lunedì abbiamo parlato con il mister e ci siamo allenati per la prossima partita. Si fa così, mettendo in ogni allenamento sempre più voglia e determinazione. I risultati arriveranno, anche perché dopo questi ultimi due negativi venivamo da una bella serie di vittorie. Ripartiamo da sabato contro il Cagliari e poi penseremo al Bayern. Sicuramente il prossimo mese sarà importante. Più ci avviciniamo alla fine della stagione, più aumenta l'importanza delle partite. Sicuramente ora ci aspettano due partite importanti, poi ce ne saranno altre”.

Provvedimenti Daspo per una durata totale di 61 anni, nei confronti di 16 tifosi - di eta' compresa tra i 15 e i 42 anni - appartenenti a entrambe le tifoserie. Sono quelli adottati dal questore di Roma - dopo l'istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine - in relazione ad alcuni comportamenti illegali e intemperanze che si sono verificati il 10 gennaio scorso durante il derby Lazio-Roma, valido per i quarti di finale della Coppa Italia.

"Sono stanco, lontano dalla mia famiglia da molto tempo. Ho deciso di non ricandidarmi nel 2027''. Così Aleksander Ceferin annuncia che non si ricandiderà per un quarto mandato da presidente Uefa. "Non l'avevo detto perché non volevo influenzare il Congresso -spiega il 56enne sloveno-. Ho una bella vita nel calcio ma anche fuori. Sono stanco di questo progetto senza senso della Superlega, di chi si proclama autorità morale. Ad ogni modo posso dirmi felice e orgoglioso di essere il capitano di una nave che ha saputo affrontare bene la tempesta e che continuerà a farlo nei prossimi tre anni, di essere a capo di una comunità calcistica mai così unita".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti