L'Italia col Canada vince il primo set poi crolla
© Fivb
Nazionali volley
0

L'Italia col Canada vince il primo set poi crolla

La giovane nazionale di Blengini parte forte poi si spegne e finisce per cedere 1-3 (25-15; 20-25; 22-25; 18-25) alla formazione di Hoag. La Final Six si allontana

BRASILIA (BRASILE)- La giovane Italia di Blengini, nell'esordio nella Pool 18 ultimo round della Volleyball Nations League, si arrende per 3-1 (15-25, 25-20, 25-22, 25-18) al Canada complicando terribilmente la propria marcia verso la Final Six. Eppure il match era partito nel modo giusto per gli azzurri che si sono imposti nettamente (25-15). Poi la squadra di Hoag ha fatto crescere il proprio rendimento ed i propri ritmi di gioco ed ha messo sotto di brutto Lavia e compagni che non sono più riusciti a ritrovare il bandolo della matassa. Domani gli azzurri torneranno in campo per la sfida contro la Francia sempre alle 22.00 italiane.

LA CRONACA DEL MATCH –
Partono col piede giusto gli azzurri che si portano subito sul +2 e mantengono il vantaggio fino al primo ace di Antonov (9-7), capitano di questa settimana. Due mani out consecutivi permettono ai canadesi di ristabilire la parità (9-9). L’equilibrio è subito rotto dall’Italia che si riporta avanti e allunga arrivando al secondo time out tecnico sul +5 (16-11). L’intesa degli azzurri funziona alla perfezione: l’Italia allunga e vola a +7 (18-11), amministra (22-14) e chiude (25-15).
A differenza di quanto avvenuto nel primo set è l’equilibrio a caratterizzare la seconda frazione. Nessuna delle due formazioni riesce a prevalere sull’altra e si procede punto a punto (11-11). Sono gli azzurri a sfruttare le imprecisioni avversarie e a trovare il primo allungo (13-11). Pronta la reazione del Canada che pareggia i conti e prova ad allungare (14-16). Due ace consecutivi di Hoag sanciscono l’allungo definitivo del Canda (16-23). Antonov e Polo annullano i primi due set point ma sono i canadesi a chiudere 20-25 e a pareggiare il conto set.
Come nella precedente frazione di gioco avvio equilibrato anche nel terzo set (4-4). E’ il Canada a trovare il primo spunto per portarsi in vantaggio (6-8) e per allungare il passo (12-16). Il secondo time out tecnico rimette in corsa gli azzurri che ricuciono lo strappo riportandosi a -1 (17-18) ma senza riuscire mai a pareggiare nuovamente i conti (21-22). Due muri canadesi consecutivi segnano la via per la conclusione del set (22-25).
Cambio Pesaresi per Balaso, Ricci per Polo, Cavuto per Antonov in avvio di quarto set. Nessuna delle due squadre allunga e si procede in parità (11-11). Un ace di Maar porta i canadesi sul +2 (12-14). Il Canada allunga ancora (16-20) e il ct Blengini opera un ulteriore cambio: fuori Sbertoli e Pinali, dentro Spirito e Argenta. L’inversione di punteggio nel set non arriva e il Canada chiude l’incontro (18-25).

I PROTAGONISTI-

Chicco Blengini (Allenatore Italia)- « Peccato per questa sconfitta perché abbiamo iniziato bene la partita. Affrontavamo una squadra, eccezion fatta per l’opposto, di giocatori di qualità ed esperta. Dal secondo set in avanti il Canada ha alzato il livello notevolmente sia in battuta che in attacco. In quelli successivi abbiamo avuto delle occasioni per rientrare quando partivamo da uno svantaggio di qualche punto e purtroppo non siamo riusciti né nel terzo né nel quarto a sfruttare le occasioni che ci siamo conquistati e che la partita ci ha dato. Domani con la Francia sarà un’altra partita dura. Come le precedenti va affrontata con la capacit&ag rave; di essere un po’ più coraggiosi nei momenti in cui l’avversario mette in campo la sua qualità, che conosciamo e che sappiamo che ha. Se ci sono dei momenti in cui l’avversario ti mette alle corde devi cambiare atteggiamento e non bisogna cominciare a essere conservativi. Quando diventa più difficile trovare delle soluzioni bisogna continuare a cercarle con coraggio e con spregiudicatezza ».

Roberto Russo (Italia)- « Purtroppo in questa prima partita a Brasilia è arrivata una sconfitta. Noi non abbiamo espresso la migliore pallavolo di cui siamo capaci, mentre i nostri avversari hanno aumentato l’intensità dal secondo set in avanti. Cercheremo sicuramente di migliorarci domani contro la Francia. Anche la prossima, come questa e quelle che l’hanno preceduta, sarà una partita tosta ».

Oleg Antonov (Italia)- « Abbiamo lottato per tutta la partita e abbiamo provato a giocare sempre di squadra. Nel primo set abbiamo giocato molto bene poi abbiamo subìto il ritorno degli avversari. In questa sconfitta c’è da dare comunque merito al Canada che dopo aver perso rovinosamente il primo set hanno avuto una buona reazione che ci ha presi un po’ alla sprovvista. Non abbiamo sfruttato al meglio le occasioni che ci siamo creati e che ci hanno offerto i nostri avversari. Dobbiamo imparare da questa sconfitta. Domani c’è una nuova sfida e andiamo avanti ».

IL TABELLINO-

ITALIA-CANADA 1-3 (25-15 20-25 22-25 18-25)

ITALIA: Sbertoli, Russo 7, Antonov 14, Lavia 14, Polo 8, Pinali 14. Balaso (L). Raffaelli, Cavuto 2, Ricci 2, Pesaresi, Spirito, Argenta 1. Non entrato: Mazzone. All. Blengini,

CANADA: Hoag N. 16, Maar 19, Van Doorn 9, Sclater 15, Vigrass 7, Walsh 1. Bann (L). De Rocco 1, Schriemer Szwarc. Non entrati: Perrin, Van Berkel, Marshall, Loepky, Szwarc. All. Hoag G. .

ARBITRI: Charles (Tri) e Casamiquela (Arg)

 
Tutte le notizie di Nazionali volley

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...