VNL: l'Italia batte la Corea del Sud e stacca il pass per le Finals

Col 3-1 (25-17; 23-25; 25-15; 25-19) sulle asiatiche la formazione di Mazzanti entra brillantemente nella fase finale con due turni di anticipo
VNL: l'Italia batte la Corea del Sud e stacca il pass per le Finals
10 min
TagsVNL ItaliaCorea

SOFIA (BULGARIA)- L’Italia ha battuto la Corea del Sud e staccato il pass per le Finals di Volleyball Nations League 2022 in programma ad Ankara dal 13 al 17 luglio. Grazie alla vittoria sulle asiatiche per 3-1 (25-17; 23-25; 25-15; 25-19), le campionesse d’Europa in carica hanno ottenuto la qualificazione matematica per l’atto finale della VNL con due turni d’anticipo. Contro una Corea del Sud agguerrita e generosa, l’Italia della rientrante dall’inizio Miriam Sylla (17 punti per lei) e di una solida Nwakalor (21 punti), ha saputo tenere sotto controllo la voglia di riscatto delle asiatiche (ancora a secco di successi) conquistando la vittoria che vale il passaggio del turno. Per l’Italia, dopo quella di Nanchino 2019, si tratta della seconda partecipazione alle Finals di Volleyball Nations League, a cui vanno aggiunte le dodici presenze alla fase finale del World Grand Prix. Domani alle ore 19:00 italiane (in diretta su Sky Sport Arena e in streaming su NOW e Volleyball World TV) il penultimo impegno delle azzurre nella capitale bulgara contro le padrone di casa della Bulgaria. L’obiettivo adesso sarà quello di consolidare la propria posizione in classifica in vista di conoscere il nome della propria avversaria nei quarti di finale ad Ankara. 

L’Italia ha iniziato il match con la diagonale Malinov - Nwakalor, Sylla e Degradi di mano, Bonifacio e Chirichella al centro e Fersino libero. Le azzurre sono subito partite forti trovando con Bonifacio al centro, Degradi e un’ottima Fersino in difesa, lo spunto per aprire nel migliore dei modi la partita (12-8). La Corea del Sud ha provato a tenere la scia con un paio di giocate di Lee e Kang ma l’Italia non ha abbassato il ritmo, pagato qualche disattenzione, e poi archiviato il primo set trascinata da Sylla (4 punti consecutivi del capitano azzurro) e l’attacco out di Kang (25-17).

Nel secondo game le azzurre hanno impiegato qualche scambio per rimettersi in ritmo (3-7) salvo poi piazzare un importante parziale di 5-0 a firma Chirichella, Nwakalor e Sylla. La Corea del Sud ha provato a tenere il parziale aperto con Lee e Kang, ma Bonifacio, Chirichella Sylla e un paio di salvataggi di Fersino hanno dato nuovo slancio all’Italia (18-15). Le asiatiche hanno però avuto il merito di non mollare riuscendo a ricucire il gap (19-19) con un bell’attacco diagonale di Park. La Corea ha continuato nel suo forcing e complice qualche disattenzione di troppo delle azzurre, ha conquistato il primo set point (23-24) poi trasformato in punto set grazie ad un pallone non gestito in difesa dall’Italia nel migliore dei modi (23-25).

Sulla falsa riga del secondo game, la Corea del Sud ha iniziato anche il terzo in maniera spavalda mettendo in ogni scambio cuore e sacrificio. L’Italia però, piano piano ha ritrovato sicurezza con Nwakalor, Sylla, Chirichella e Bonifacio rispondendo per le rime a Lee, Park J. e Lee Hanbi (12-10). Dopo il timeout tecnico le azzurre hanno messo la freccia prendendo definitivamente in mano le redini del parziale: di Sylla (muro e attacco), Malinov e Chirichella (ottimo turno al servizio) le giocate dello strappo buono per archiviare il terzo set (25-15).

Anche nel quarto game la Corea del Sud ha provato con Lee D. e Park ad allungare il match (5-8). Il tutto però senza fare i conti con Sylla e Nwakalor autentiche mattatrici del cospicuo parziale delle italiane (17-12). Le azzurre una volta messo preso il comando del gioco non si sono più fermate e, nonostante qualche sbavatura in attacco e gli ultimi guizzi di Lee J., sono riuscite a chiudere i conti 25-19.  

I PROTAGONISTI-

Davide Mazzanti (Allenatore Italia)– « Peccato per il secondo set che ha sporcato un po’ quello che abbiamo fatto nella gara  in quel secondo set abbiamo commesso delle imprecisioni e perso la qualità nelle giocate. Poi recuperare la qualità non è stato semplice considerando anche che qualcuna delle ragazze era al debutto o non aveva giocato molto. Però devo dire che la squadra mi è piaciuta e sono felicissimo di aver conquistato un’altra vittoria importante per la classifica e il ranking. Adesso nelle ultime due partite dobbiamo dare il massimo perché arrivare alle Finals è una cosa importante ma farlo nella miglior posizione possibile diventa adesso l’obiettivo da raggiungere anche se non dipenderà solo da noi ».

Miriam Sylla (Italia)- « E' stato bello tornare in campo dopo tanto tempo e duro lavoro per ritrovare una buona condizione fisica. Diciamo che affrontare la Corea del Sud con il suo gioco piuttosto particolare, ha reso questo ritorno non certo semplice. Siamo molto contente nonostante la fatica perché siamo state brave nella gestione del match e delle energie. Abbiamo dovuto capire come equilibrarci dopo il set perso. A fare la differenza, a mio avviso, è stata l’unione in campo e fuori che sta caratterizzando questo gruppo e dal punto di vista personale questo è stato davvero un bel “bentornato”. Io sono felice di essere qui, di lavorare e delle compagne che ho: meglio di così non si può ».

Eleonora Fersino (Italia)- « Sono molto contenta per questo esordio anche grazie alle mie compagne che hanno creato una splendida atmosfera in campo che mi ha messo nelle migliori condizioni. Adesso però dobbiamo essere brave a ricaricare le pile per affrontare le ultime due partite di questa pool che dobbiamo affrontare con la massima concentrazione. Con la nostra positività siamo riuscite a vincere la partita anche se va detto che la Corea del Sud ha difeso benee battuto forte. Noi siamo state brave e mantenere la calma e fare il nostro gioco. Sono felicissima della qualificazione alle Finals perché ogni volta che vengo chiamata in causa cerco di dare il mio contributo .

IL TABELLINO-

ITALIA – COREA DEL SUD 3-1 (25-17; 23-25; 25-15; 25-19)

ITALIA: Nwakalor 21, Sylla 17, Chirichella 10, Malinov 3, Degradi 15, Bonifacio 5, Fersino (Libero), Orro, Gennari, N.E. Egonu, Lubian, Pietrini, Danesi e De Gennaro (Libero). All. Mazzanti

COREA DEL SUD: Yeum 1, Park J. 11, Lee H. 10, Go, Kang 9, Lee J. 7, Han (Libero), Park H., An, Han. N.E.: Hwang, Park H., Choi e Kim. All. Hernandez Gonzalez

ARBITRI: Fernandez Fuentes David (Esp) e Fadili Ali (Mar)

Durata: 22’, 29’, 23’, 23’

Spettatori: 86

Italia: a 5, bs 10, m 11, et 14.

Corea del Sud: a 1, bs 12, m 6, et 13.

Partecipazioni alle Finals del World Grand Prix

1999 a Yuxi, Cina (4° posto)
2003 ad Andria, Italia (5° posto)
2004 a Reggio Calabria, Italia (2° posto)
2005 a Sendai, Giappone (2° posto)
2006 a Reggio Calabria, Italia (3° posto)
2007 a Ningbo, Cina (3° posto)
2008 a Yokohama, Giappone (3° posto)
2010 a Ningbo, Cina (3° posto)
2011 a Macao (7° posto)
2013 a Sapporo, Giappone (5° posto)
2015 ad Omaha, Stati Uniti (5° posto)
2017 a Nanchino, Cina (2° posto)

Partecipazioni alle Finals di Volleyball Nations League

2019 a Nanchino, Cina (6° posto)

RISULTATI POOL 6 SOFIA (BULGARIA)-

Prima giornata

Cina – Brasile 2-3 (20-25; 23-25; 25-18; 25-21; 11-15)

Rep. Dominicana – Bulgaria 0-3 (15-25; 13-25; 21-25)

Seconda giornata

Thailandia – Corea Del Sud 3-0 (25-11; 25-22; 25-17)

Italia – Polonia 3-1 (25-27; 25-20; 28-26; 25-18)

Terza giornata

Thailandia – Rep. Dominicana 1-3 (25-22; 23-25; 23-25; 21-25)

Polonia – Cina 0-3 (8-25; 23-25; 20-25)

Corea del Sud – Brasile 0-3 (17-25; 19-25; 13-25)

Quarta giornata

Cina – Repubblica Dominicana 3-0 (25-19; 25-16; 25-15)

Italia – Corea del Sud 3-1 (25-17; 23-25; 25-15; 25-19)

Brasile – Bulgaria (da disputare)

RISULTATI POOL 5 CALGARY (CANADA)-

Prima giornata

Serbia – Germania 3-1 (17-25; 25-16; 25-21; 25-18)

Canada – Turchia 3-1 (25-22; 21-25; 25-22; 25-23)

Seconda giornata

Giappone Olanda 2-3 (25-23; 20-25; 26-24; 21-25; 10-15)

Belgio – USA 0-3 (16-25; 21-25; 19-25)

Turchia – Olanda 3-0 (25-23; 25-11; 25-21)

Terza giornata

Germania – Belgio 3-1 (20-25; 25-18; 25-22; 25-20)

USA – Serbia 3-0 (25-17; 33-31; 25-16)

Belgio – Olanda (da disputare)

IL CALENDARIO COMPLETO DELLA POOL 6-

Week 3 (Sofia, Bulgaria)

2 luglio: Rep. Domenicana – Polonia ore 12:30

2 luglio: Brasile – Thailandia ore 15:30

2 luglio: Italia-Bulgaria ore 19:00 (diretta Sky Sport Arena e streaming NOW)

3 luglio: Cina – Corea del Sud ore 12:30

3 luglio: Italia-Thailandia ore 15.30 (diretta Sky Sport Action e streaming NOW)

3 luglio: Polonia -Bulgaria ore 19:00

*orari di gioco italiani

IL CALENDARIO COMPLETO DELLA POOL 5-

Week 3 – Calgary (Canada)

2 luglio: Turchia – Giappone ore 01:00

2 luglio: Serbia – Canada ore 04:00

2 luglio: Turchia – USA ore 22:00

3 luglio: Giappone – Serbia ore 01:00

3 luglio: Germania – Canada ore 04:00

3 luglio: Belgio – Giappone ore 19:00

3 luglio: USA – Germania ore 22:00

4 luglio Germania – Canada ore 23:00

*orari di gioco italiani

CLASSIFICA GENERALE PROVVISORIA-

USA 9 vittorie (27 pt), Giappone 8 vittorie (24 pt), Brasile 8 vittorie (23 pt), Italia 8 vittorie (23 pt), Cina 6 vittorie (20 pt), Turchia 6 vittorie (19 pt), Serbia 6 vittorie (17 pt), Thailandia 5 vittorie (15 pt), Canada 4 vittorie (12 pt), Rep. Dominicana 4 vittorie (12 pt), Polonia 4 vittorie (11 pt), Germania 3 vittorie (11 pt), Bulgaria 3 vittorie (9 pt), Belgio 3 vittoire (6 pt), Olanda 2 vittorie (8 pt), Corea del Sud 0 vittorie (0 pt).

 

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti