SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley A1 maschile: Macerata stende Trento

© Legavolley

La capolista torna a vincere e lo fa superando con un secco 3-0 la Diatec. Tre punti che consentono ai marchigiani di allungare il divario in classifica sulle inseguitrici.

 

domenica 2 febbraio 2014 20:43

MACERATA - E' della Cucine Lube Banca Marche il big match della 4ª di ritorno della Regular Season. I biancorossi tornano a battere Trento in campionato davanti ai propri tifosi a distanza di cinque anni dall'ultima volta, un 3-0 maturato in poco più di un'ora (25-19, 25-19, 25-19) che mantiene l'imbattibilità casalinga dei cucinieri consolidandone nel contempo il primato in classifica. Ora la Diatec di Serniotti, terza forza del campionato, è distanziata 9 punti dalla squadra di Alberto Giuliani, mentre il vantaggio sulla Copra Piacenza torna di 6 punti, in attesa che gli emiliani recuperino la gara con Ravenna.
Gara a senso unico quella del Palasport Fontescodella, con una Cucine Lube Banca Marche devastante soprattutto col servizio e l’attacco, fondamentale che ha visto nel capitano Ivan Zaytsev (autore di 15 punti col 67% in attacco) un magnifico interprete. Nel suo tabellino personale figura addirittura il 100% di positività su sette schiacciate nel primo parziale, in cui i maceratesi hanno spedito a debita distanza gli avversari appoggiandosi sui turni in battuta di Stankovic (6-3 in avvio), poi dello stesso Zaytsev (15-11) e quindi di Kovar (ace del 17-14): chiuderà sul 25-19 un primo tempo di Podrascanin, il cui braccio è a sua volta tenuto (con successo) sempre caldo da Baranowicz (5 punti, 67% di positività). E poi altri 5 punti nel secondo set, in cui Serniotti prova a registrare la ricezione inserendo Fedrizzi per Ferreira, ottenendone però solo un 29% di perfette rispetto all’ancor più misero 17% del periodo precedente. Macerata scappa nuovamente in avvio, stavolta affondando le radici delle proprie fortune sull’ottimo lavoro del muro (4 vincenti, il confronto finale nel fondamentale dice 10-2 per la Lube), con la coppia serba grande protagonista: Stankovic brilla nei primi tempi (5 punti, 80%), e Podrascanin sigla il blocco su Lanza che fissa il 13-9 lanciando ufficialmente la fuga verso il 2-0. Che arriva agevolmente, grazie alla gestione oculata della regia, ben supportata dai fondamentali di seconda linea, e ad un Kovar magistrale sia là dietro (80% di positività in ricezione) che in attacco (4 punti, 75%). Trento? Oltre alla grande vena degli avversari paga inevitabilmente la brutta ricezione, ma anche la giornata a corrente alternata del suo bomber di riferimento Sokolov (discreto in attacco ma deficitario al servizio, ben 4 errori sui 6 nei primi due set), che sul 3-2 per la Cucine Lube Banca Marche nel terzo parziale rimedia anche una distorsione alla caviglia che lo costringe ad uscire. La Diatec sfodera l’ex Sintini al palleggio per Suxho, e con lui in campo si assiste al set più equilibrato di tutta la partita. Fino al muro vincente di Stankovic sul neo entrato Szabo (dentro per Sokolov) che vale il 18-15 e spiana ai biancorossi la strada verso il nono 3-0 stagionale in campionato. 

 

I PROTAGONISTI -

iIvan Zaytsev (Cucine Lube Banca Marche Macerata): «Il premio di MVP è stato assegnato a me ma stasera poteva andare a chiunque, sono contento per la prestazione della squadra che ha ritrovato il sorriso in campo, la voglia di stare insieme e di vincere. In un palazzetto così bello dà gusto giocare a pallavolo, e tutto questo ha contribuito a ritrovare la serenità. Questa prestazione ne è la miglior dimostrazione. Stasera abbiamo avuto percentuali di attacco alte, anche in contrattacco, siamo contenti per essere riusciti ad esprimere un gioco completo e di alto livello. Ma ci sono ancora obiettivi di crescita ulteriori, uno di questi è ripetere fuori casa le prestazioni casalinghe, e gestire la pressione nella maniera migliore possibile. Oggi un altro sold out al Fontescodella, ripeto è veramente gustoso giocare di fronte a questo pubblico».

Roberto Serniotti (all. Diatec Trentino): «L’inizio spesso condiziona l’intera partita; sapevamo di non essere al meglio ma il nostro impatto sulla gara non è stato dei migliori e ne abbiamo pagato le conseguenze. Abbiamo comunque cercato di onorare la partita pur fra mille difficoltà; non abbiamo avuto modo di preparare attentamente questa partita e si è visto: a muro siamo stati deficitari, anche a causa di una battuta poco incisiva. Dobbiamo voltare pagina, bisogna subito pensare alla partita successiva che dovremo giocare con uno spirito diverso. Al di là del risultato mi preoccupa l’infortunio di Sokolov; spero non sia a di grave perché Tsetso è un giocatore troppo importante per la nostra squadra».

 

IL TABELLINO -

CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA - DIATEC TRENTINO 3-0 (25-19, 25-19, 25-19)

CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Henno (L), Parodi, Zaytsev 15, Stankovic 10, Kovar 9, Kurek 7, Baranowicz, Podrascanin 10. Non entrati Patriarca, Martino, Monopoli, Giombini. All. Giuliani.

DIATEC TRENTINO: Sintini, Birarelli 5, Solé 1, Ferreira 1, Suxho 4, Lanza 8, Sokolov 11, Szabo 1, Colaci (L), Fedrizzi 7, Burgsthaler 2. Non entrati Thei, De Paola. All. Serniotti.

ARBITRI: Saltalippi, Bartolini.

NOTE - Spettatori 2280, incasso 11370, durata set: 23', 23', 28'; tot: 74'. 

http://www.legavolley.it/TabellinoGaraA2.asp?IdGara=26225

Per Approfondire