Corriere dello Sport

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Superlega, a Molfetta Gulinelli in panchina al posto di Di Pinto

Volley: Superlega, a Molfetta Gulinelli in panchina al posto di Di Pinto

Dopo il brutto avvio di campionato la società pugliese ha esonerato il tecnico di Turi per richiamare l'allenatore che lo scorso anno guidò la squadra nella prima parte della stagione prima dell'esperienza con la nazionale egiziana

Sullo stesso argomento

 

venerdì 4 novembre 2016 09:46

MOLFETTA (BARI)- Il brutto inizio di campionato è costato la panchina al tecnico dell’Exprivia Molfetta  Vincenzo Di Pinto. Una serie di circostanze non hanno permesso al tecnico di ottenere i risultati che la piazza auspicava, il linea con quelli ottenuti nelle scorse stagioni.

Al posto dell’allenatore di Turi è stato chiamato Flavio Gulinelli che ritorna a Molfetta dopo aver guidato la squadra la passata stagione prima dell’esperienza sulla panchina della nazionale egiziana e siederà in panchina già domenica prossima nella sfida che opporà Partenio e compagni in casa contro Sora .

 

Nel periodo di Gulinelli, l’Exprivia realizzò 13 punti in 7 partite, conquistando quel sesto posto che sarebbe stato poi consolidato nel corso della stagione. Domenica, all’ottava giornata di campionato, quindi praticamente un anno dopo, si risiederà sulla panchina molfettese.

Grande esperienza, anche internazionale e capacità di tirar fuori il meglio dai propri giocatori. Sono queste le doti che Gulinelli proverà a mettere a disposizione della squadra e della società, con l’obiettivo di risollevarla dopo le ultime sconfitte.

Prima di arrivare nel 2015 all’Exprivia, Gulinelli aveva allenato la Nazionale slovacca e i turchi del Galatasaray. Ma la sua carriera è lunghissima.

Il tecnico astigiano, dopo aver ottenuto grandi soddisfazioni con l’Italia, in qualità di vice di Bebeto, ha infatti lavorato da “primo” ad Asti, Cagliari, Santa Croce, Bolzano e Taviano.

L’esordio in A1 avviene nel 2006, come allenatore di Latina. Quindi l’esperienza a Vibo Valentia, prima di sedere, nella primavera del 2009, sulla panchina dell’Iraklis Salonicco. Con i greci disputa una finale di Champions League nel 2009. Poi Austria (in Nazionale), Turchia (Halkbank Ankara) e Grecia (con l’Olympiacos).

Nel 2011 il ritorno in patria e l’arrivo a Castellana Grotte. Successivamente Cuneo e la Nazionale del Portogallo. Nel 2013, già allenatore del club russo dell’Uraf Ufa, accetta la proposta di CT della Slovacchia. Quindi Molfetta, dove oggi torna quasi per riprendere il cammino della passata stagione.

Articoli correlati

Commenti