SuperLega
0

Superlega: Perugia a punteggio pieno, la Lube travolge Trento

Nella terza di campionato gli uomini di Heynen battono nettamente Padova, quelli di De Giorgi vincono il big match contro la formazione di Lorenzetti. Blitz esterni per Piacenza a Cisterna e Vibo a Milano. Verona centra il secondo successo di fila superando Monza in casa

Superlega: Perugia a punteggio pieno, la Lube travolge Trento
© Legavolley

ROMA- Nella 3° giornata, giocata stasera continua la marcia sicura in vetta alla classifica della Sir Safety Perugia che supera senza problemi in tre set la Kioene Padova al Pala Barton e resta a punteggio pieno. Nel big match di serata, quella fra Cucine Lube Civitanova e Itas Trentino, netta affermazione della squadra di De Giorgi che si impone in tre soli set. La sorpresa della giornata arriva da Milano dove la Tonno Callipo si porta via i tre punti a spese di una stonata Allianz. Altro successo in trasferta quello della Gas Sales Bluenergy Piacenza su campo della Top Volley Cisterna che resta sconsolatamente all’ultimo posto a zero punti. Continua il momento magico della NBV Verona che supera fra le mura amiche la Vero Volley Monza. Il turno si chiuderà domani alle 20.30 con il posticipo tra Consar Ravenna e Leo Shoes Modena.

TUTTE LE SFIDE-

NBV VERONA – VERO VOLLEY MONZA-

Una partita di fuoco, quella contro Vero Volley Monza. Tre punti pesanti che NBV Verona porta a casa grazie a una prestazione da urlo. 10 muri, 6 ace e un grande lavoro in ricezione che confermano quanto i gialloblù stiano crescendo. Due vittorie consecutive, e un gruppo sempre più affiatato e capace di esaltare gli spalti dell’Agsm Forum.

Verona in campo con Spirito-Boyer, Aguenier-Zanotti e Kaziyski–Jaeschke. Si comincia subito con tanto spettacolo, scambi lunghi e il muro gialloblù che si fa subito valere. Ace di Boyer per il 3-1. Monza recupera subito terreno e la sfida si accende. Protagonista il muro, da una parte e dall’altra (5 per Verona, 3 per Monza). Gran punto di Kaziyski sul 15-13, risponde Holt con l’ace del 16-16. Due muri consecutivi di Verona spaccano il parziale, 21-18 e un gran finale con l’ace di Kaziyski e il pallonetto di Jaeschke.

Il secondo parziale si apre di nuovo con un braccio di ferro. Il muro di Dzavoronok porta avanti Monza, che trova un break importante (6-13) prima della reazione gialloblù affidata a capitan Kaziyski. Scambio lunghissimo, finalizzato da Jaeschke per il 16-19, i gialloblù non vogliono mollare. Set point Monza che viene rimandato dall’errore in battuta di Lagumdzija, dal muro gialloblù e dall’ace di Kaziyski. 21-24 al time-out chiamato da coach Soli, Verona non ferma la rimonta, ma Lagumdzija mette il punto decisivo.

Il terzo parziale comincia alla grande con lo slash di Jaeschke e il muro di Boyer sul 5-3. Dzavoronok pareggia i conti, ma la lotta non sembra voler prendere una direzione chiara. Una serie di errori dei brianzoli proiettano Verona sul 15-11. L’attacco di Kaziyski sul 17-12 esalta l’Agsm Forum, subito dopo l’ace di Boyer, è Verona diventa inarrestabile. Set ball rimandato ma trovato dal mani out del neo entrato Asparuhov.

È Monza a condurre nei primi scambi nel quarto set, nonostante diversi errori in battuta. La diagonale di Boyer vale il sorpasso gialloblù sull’11-10. Ace di Asparuhov, e Verona rimane sempre avanti. Muro fondamentale sul 22-21, e di nuovo Zanotti per il match ball conquistato da una diagonale pazzesca di Asparuhov.

I PROTAGONISTI-

Asparuh Asparuhov (NBV Verona)- « Ho giocato per un set e ho fatto il possibile giocando con coraggio e facendo del mio meglio. Abbiamo fatto tante ottime cose a muro, ma anche a livello di ricezione non abbiamo permesso loro di fare tanti danni in battuta. Noi al servizio siamo andati bene, e questo ti dà le possibilità di fare più tocchi positivi. E poi, abbiamo attaccato bene ».

Fabio Soli (Allenatore Vero Volley Monza)- « Credo che la differenza sia stata in pochi palloni. Non abbiamo fatto una grande partita in attacco come successo invece in Coppa Italia, risultando invece altalenanti e questo lo abbiamo pagato. Devo fare i complimenti a loro per la correlazione muro-difesa: quando siamo riusciti ad avere continuità in questo fondamentale non abbiamo avuto problemi, quando non ce l’abbiamo fatta loro hanno avuto la meglio. Nel terzo set ci siamo innervositi su una situazione che conoscevamo: questo ci ha fatto perdere lucidità. Nel quarto mi è piaciuto invece quel recupero, sintomo di una squadra che conosce le proprie potenzialità. Dobbiamo essere più continui però rispetto ad oggi ».

IL TABELLINO-

NBV VERONA – VERO VOLLEY MONZA 3-1 (25-21, 22-25, 25-16, 25-23)

NBV VERONA: Spirito 1, Kaziyski 17, Aguenier 8, Boyer 19, Jaeschke 9, Zanotti 5, Donati (L), Bonami (L), Asparuhov 8, Kimerov 0. N.E. Peslac. All. Stoytchev.

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 0, Dzavoronok 21, Galassi 11, Lagumdzija 7, Sedlacek 15, Holt 11, Federici (L), Brunetti (L), Beretta 0, Calligaro 0, Ramirez Pita 0, Falgari 0. N.E. All. Soli.

ARBITRI: Zanussi, Rapisarda.

NOTE – durata set: 27′, 35′, 25′, 30′; tot: 117′.

MVP: Asparuh Asparuhov (NBV Verona)

TOP VOLLEY CISTERNA – GAS SALES BLUENERGY PIACENZA-

In terra pontina arriva la seconda vittoria in SuperLega Credem Banca per la Gas Sales Bluenergy Piacenza che si impone con il risultato di 3-1 contro la Top Volley Cisterna, vendicandosi così della sconfitta patita in Coppa Italia all’esordio in stagione.

Dopo un avvio di match non dei migliori, Clevenot e compagni riescono a ritrovarsi e a portare a casa un risultato importante che infonde fiducia e soprattutto regala tre punti per la classifica ai piacentini. Sugli scudi la prestazione di Aaroon Russell, autore di 24 punti vero e proprio mattatore della serata: lo schiacciatore americano sfodera un servizio pungente, grandi colpi in attacco che mandano in crisi la ricezione dei pontini. Molto bene anche la prova a muro dei ragazzi di coach Bernardi con ben 12 block di cui cinque realizzati da Russell. Buona la prestazione di Polo che chiude il match con 11 punti e l’80% in attacco.

In casa Gas Sales Bluenergy Piacenza torna il sestetto base con Hierrezuelo schierato in campo al palleggio, Grozer opposto, Candellaro e Polo al centro, Clevenot e Russell in banda e Scanferla libero.

Partono meglio i padroni di casa che in avvio di match spingono forte in battuta mettendo in difficoltà la ricezione biancorossa. Coach Bernardi decide di fermare subito il gioco e a chiamare time out. (4-2). Piacenza inizia a macinare gioco e a mettere giù punti importanti che la riportano a una lunghezza dagli avversari. (19-18) ma qualche imprecisione proprio nel campo biancorosso consentono a Cisterna di allungare nuovamente e aggiudicarsi la frazione (25-22).

Il secondo set vede una Gas Sales Bluenergy Piacenza partire con un piglio diverso. In campo Grozer lascia spazio ad Antonov. Dalla linea dei nove metri Russell mette a segno due ace consecutivi che portano Piacenza a +3 (5-8). Clevenot e compagni tengono il vantaggio ma i pontini non ci stanno e riescono a recuperare, portandosi in parità con un diagonale di Randazzo (12-12). La reazione dei biancorossi non si fa attendere: Antonov, Hierrezuelo e ancora Russell riportano avanti Piacenza (17-13) con coach Tubertini costretto a chiamare time out. L’errore al servizio di Szwarc regala il 21-25 a Piacenza e la parità nel conto dei set.

Ottima la partenza nel terzo parziale per la Gas Sales Bluenergy: due bei colpi di attacco di Antonov e Russell fanno scappare gli ospiti fin dalle battute iniziali (1-4). La Top Volley fatica a tenere il ritmo degli ospiti che invece continuano a spingere forte, trascinati da un Russell in gran serata. I ragazzi di coach Tubertini provano a rientrare, dimezzando lo svantaggio ma i piacentini non si fanno sorprendere e con una bella pipe del solito Russell si aggiudicano il set (22-25).

Dura poco l’equilibrio nella quarta frazione: sono ancora i biancorossi ad allungare nelle fasi iniziali di gioco (3-6). Clevenot e compagni sono in fiducia: un muro di Hierrezuelo e un attacco proprio del capitano dei biancorossi portano gli ospiti a +7 (6-13). La Top Volley va ancora in difficoltà e non riesce a trovare una reazione. Piacenza allunga e controlla il match, chiudendo la partita con un bel diagonale di Russell che vale tre punti d’oro in campionato (21-25).

I PROTAGONISTI-

Luigi Randazzo (Top Volley Cisterna)- « Non siamo soddisfatti per questi risultati, questo è evidente, lo zero in classifica dà fastidio e dobbiamo metterci con la testa bassa e lavorare perché non siamo sicuramente questi: tra poco Sabbi rientrerà e darà il suo contributo, noi tutti siamo giocatori esperti e capaci di uscire da questa buca. Infine è fastidioso giocare in un ambiente surreale senza pubblico ».

Aaron Russell (Gas Sales Piacenza)- « Stasera abbiamo conquistato tre punti importanti, sono orgoglioso di come abbiamo reagito dopo il primo set. Abbiamo fatto bene: siamo in continua crescita ma per migliorarci dobbiamo continuare a lavorare in palestra. Cisterna è una squadra che batte e difende bene e in attacco ci ha messo in difficoltà ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY CISTERNA – GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 1-3 (25-22, 21-25, 22-25, 21-25)

TOP VOLLEY CISTERNA: Seganov 0, Tillie 14, Rossi 9, Szwarc 22, Randazzo 9, Krick 8, Rondoni (L), Cavuto 2, Cavaccini (L), Rossato 0, Sottile 0, Onwuelo 3. N.E. Sabbi. All. Tubertini.

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Hierrezuelo 3, Clevenot 12, Polo 11, Grozer 5, Russell 24, Candellaro 6, Fanuli (L), Scanferla (L), Antonov 9, Botto 1. N.E. Tondo, Shaw, Izzo. All. Gardini.

ARBITRI: Cappello, Zavater.

NOTE – durata set: 26′, 29′, 29′, 30′; tot: 114′.

MVP: Aaron Russell (Gas Sales Bluenergy Piacenza)

ALLIANZ MILANO – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia conquista vittoria e bottino pieno in trasferta nella terza giornata di andata nella Superlega Credem Banca trovando i primi punti nel suo percorso in Campionato. Contro l’Allianz Milano la formazione ospite passa 3-1 (19-25, 25-23, 25-27, 20-25), con i padroni di casa che lottano, ma cedono di fronte alla prova dei rivali. Sestetti base per entrambe le compagini, arrivate alla sfida di Milano con umori differenti: l’Allianz con l’entusiasmo del primato, Vibo con una classifica ferma a 0 punti. Coach Piazza si affida a Sbertoli – Patry, Ishikawa – Maar, Piano – Kozamernik e Pesaresi libero. Baldovin schiera Saitta – Drame Neto, Chinenyeze – Cester, Rossard – De Falco e Rizzo libero. Primo set a tinte vibonesi: la squadra ospite conduce fin dall’inizio mettendo alle corde la seconda linea di Milano, cui non basta il tentativo di recupero finale con Drame Neto che chiude per il 19-25. Grande battaglia nel secondo set: Milano allunga, Vibo non molla e recupera fino al 20-20, poi nel finale è l’Allianz a piazzare la zampata vincente con Basic (25-23). La sfida si infiamma nel terzo parziale: Piano e compagni conducono fino al 23-19, lì la squadra di Baldovin si sveglia e trova l’allungo definitivo che chiude il set 25-27. Il quarto ed ultimo atto è controllato dalla Tonno Callipo, che gestisce il vantaggio costruito nella prima parte per poi chiudere 25-20. Tra i ragazzi di coach Baldovin brillano il palleggiatore Saitta, MVP del match, oltre all’opposto brasiliano Drame Neto, che chiude con 20 punti al pari dello schiacciatore francese Rossard, protagonista di una prestazione maiuscola. Non basta invece un grande Ishikawa per Milano (92% nei primi due set), che con 19 punti è il migliore nella metà campo meneghina. L’Allianz rimane ferma a 6 punti, mentre i vibonesi dimezzano il divario in classifica dagli ambrosiani. Le due squadre torneranno subito in campo domenica 11 ottobre: big match in trasferta per Milano contro Modena, mentre Vibo andrà a Padova.

I PROTAGONISTI-

Riccardo Sbertoli (Allianz Milano)- « Purtroppo non siamo entrati in campo con la cattiveria giusta. È un peccato perché le occasioni le abbiamo avute e ce le siamo anche create, ma non siamo stati in grado di sfruttarle. Vista la mole di gioco avremmo potuto essere più concreti. Ora testa alla prossima, che è una sfida importante contro Modena. Di sicuro non ci abbattiamo e continuiamo a lavorare ».

Valerio Baldovin (Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « Questa è una vittoria preziosa che ci dà tre punti fondamentali dopo due sconfitte. Siamo contenti anche per il buon livello di gioco espresso, segnale che abbiamo imboccato la strada giusta. Sapevamo che sarebbe stata una gara molto tecnica da gestire anche a fasi alterne e siamo stati bravi a mettere in pratica quanto provato in settimana. Siamo partiti bene e abbiamo ricevuto in maniera ottima mentre. Il calendario fitto non ci permette di allenare determinate situazioni e la partita diventa un momento per verificare l’intesa. Dobbiamo farci trovare pronti su un campo tosto come quello di Padova ».

IL TABELLINO-

ALLIANZ MILANO – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 1-3 (19-25, 25-23, 25-27, 20-25)

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 1, Ishikawa 19, Kozamernik 7, Patry 15, Maar 7, Piano 4, Weber 0, Pesaresi (L), Basic 12, Daldello 0, Mosca 3. N.E. All. Piazza.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Saitta 4, Rossard 20, Chinenyeze 14, Drame Neto 20, Defalco 14, Cester 4, Sardanelli (L), Rizzo (L), Chakravorti 0, Dirlic 0. N.E. Almeida Cardoso, Corrado, Gargiulo, Fioretti. All. Baldovin.

ARBITRI: Goitre, Pozzato.

NOTE – durata set: 31′, 33′, 37′, 28′; tot: 129′.

MVP: Davide Saitta (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)

CUCINE LUBE CIVITANOVA – ITAS TRENTINO-

Nell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche privo di pubblico per la seconda partita consecutiva, la serata si apre con gli applausi delle due panchine e dei pochi addetti ammessi per Ferdinando De Giorgi e Osmany Juantorena, ai quali la Lega Pallavolo Serie A ha assegnato rispettivamente il premio Costa Anderlini quale Miglior Allenatore e quello per il Miglior Servizio, entrambi riferiti al 75° Campionato di SuperLega Credem Banca 2019/2020.

Poi il campo, con la super sfida della 3ª giornata di andata della Regular Season che ha visto la Cucine Lube confermare la sua imbattibilità in campionato sbarazzandosi dell’Itas Trentino in tre set (25-15, 26-24, 25-18), allungando dunque a quota 14 la striscia delle sconfitte rimediate dell’Itas in altrettante partite disputate nell’impianto civitanovese, dalla sua inaugurazione ad oggi.

Il parziale d’apertura è infatti un dominio assoluto dei campioni del mondo, che prendono subito un buon break con un muro di Anzani su Lisinac (8-5), e poi addirittura dilagano mettendo in ginocchio Trento dai nove metri: 12-7 dopo un ace di Anzani, addirittura 18-11 dopo le due battute vincenti e consecutive di Simon (4 gli ace totali di squadra). Finisce 25-15, con i padroni di casa che attaccano col 50% di efficacia contro il 33% degli ospiti (5 punti col 71% per Leal), orfani come noto del baby Michieletto (nella Lube ancora indisponibile Diamantini), e ricevono col un buonissimo 77% di positive, contro a dispetto del pessimo 30% dei trentini.

La partita resta sul binario biancorosso all’inizio del secondo set, in cui la squadra di De Giorgi si porta sill’11-6, prima di farsi però riacciuffare sulla parità a quota 14. Si comincia allora a giocare punto a punto fino ai vantagi, quando sarà un muro vincente di un sontuoso Juantorena (8 punti nel set, col 70% sulle schiacciate) nei confronti di Nimir (10 punti) a fissare il 26-24 in favore della Lube, che continua ad essere superiore all’avversario in tutti i numeri (60% in attacco e 50% in ricezione contro 46% e 40% di Trento). 

Il terzo parziale, torna poi ad essere un monologo dei cucinieri, che continuano a domare l’Itas con la sua batteria di battitori in serata di grazia dai nove metri: finisce 25-18 (muro di Simon), con altri 4 ace in cassaforte per i marchigiani (alla fine in totale saranno 8), che registrano Osmany Juantorena top scorer a quota 16 punti (65% in attacco, 1 ace e 2 muri)) e Yoandy Leal votato Mvp (15 punti, 71% e 1 muro).

I PROTAGONISTI-

Ferdinando De Giorgi (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « Guardando nel nostro campo, abbiamo disputato una partita intensa, con una buona continuità di attenzione e concentrazione anche nel punto a punto del secondo set. Abbiamo messo una buona pressione in battuta, siamo stato ordinati, restando sempre sul pezzo quando c’era bisogno, pallone su pallone. Trento ha giocato un buon secondo set ma negli altri set ha subito il nostro servizio. Dobbiamo cercare di mantenere e migliorare questo livello di gioco e questo atteggiamento ».

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « Purtroppo la nostra prestazione odierna è stata sulla falsariga di quella messa in atto domenica contro Verona. Abbiamo subito commesso tanti errori, poi ci siamo ripresi e siamo riusciti a giocare in maniera più fluida fino al terzo set, momento in cui abbiamo sofferto in ricezione. Sono problemi che fino a sabato scorso non avevano e che si sono manifestati in questi ultimi quattro giorni; dobbiamo lavorare per rimediare perché due prove negative consecutive sono indizi che ci devono far tenere alta la guardia ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – ITAS TRENTINO 3-0 (25-15, 26-24, 25-18)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 0, Juantorena 16, Anzani 8, Rychlicki 9, Leal 15, Simon 8, Marchisio (L), Balaso (L), Kovar 0, Hadrava 0. N.E. Yant Herrera, Falaschi, Larizza. All. De Giorgi.

ITAS TRENTINO: Giannelli 2, Santos De Souza 6, Lisinac 1, Abdel-Aziz 16, Kooy 10, Podrascanin 8, Rossini (L), De Angelis 0. N.E. Sosa Sierra, Sperotto, Cortesia, Argenta. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Santi, Saltalippi.

NOTE – durata set: 24′, 35′, 25′; tot: 84′.

MVP: Yoandy Leal (Cucine Lube Civitanova)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA-

Non c’era, ma se stasera ci fosse stato pubblico al PalaBarton avrebbe applaudito a lungo.
Terzo sorriso in altrettante giornate per la Sir Safety Conad Perugia che batte 3-0 la Kioene Padova e, complici i risultati degli altri campi, si issa solitaria in vetta alla classifica di Superlega.
Nello stranio scenario a porte chiuse di Pian di Massiano, i ragazzi di Vital Heynen incantano con una prova maiuscola, fatta di grande qualità in fase break e con pochissimi errori diretti. Cosa che, alla lunga ha fiaccato la resistenza della combattiva formazione di coach Cuttini.
Due set, il primo ed il terzo, per larghi tratti equilibrati, uno, il secondo, di chiara marca bianconera. Questa l’estrema sintesi, ma molto c’è da dire. Come ad esempio di un Travica sempre più padrone della squadra in regia e di un Colaci superlativo in seconda linea. Due guide in campo magistrali per i compagni.
E se Leon è il miglior realizzatore dei suoi con 13 punti e 4 ace, fari puntati sull’Mvp Plotnytskyi che si esalta con qualità e destrezza sia in ricezione che in attacco (11 punti con il 56%). Doppia cifra anche per Ter Horst (11 palloni a terra), anche stasera impiegato come opposto e lavoro importantissimo a muro di Ricci e Solè che hanno più e più volte toccato gli attacchi avversari consentendo molte ricostruzioni ai compagni.
Perugia vince negli ace (6 contro 0), nei muri (6 contro 5) e nelle percentuali offensive (51 contro 44) meritandosi i tre punti e soprattutto confermando l’ottimo lavoro svolto quotidianamente in palestra.
Domani giorno di riposo per la squadra e da venerdì testa a Verona per l’insidiosa trasferta della quarta giornata in programma domenica. 

Parte bene Padova spinta dagli attacchi di Bottolo (2-4). Leon pareggia subito (4-4). Ace di Leon (6-5). Out Ter Horst, torna avanti Padova (10-11). A segno Stern in contrattacco, +2 Kioene (11-13). Fuori Bottolo, si torna in equilibrio (13-13). Leon in contrattacco (17-16). Due errori per Stern (19-16). Leon mantiene le distanze (21-18). Perugia sfrutta alcune imprecisioni degli avversari e vola a +5 (23-18). Ter Horst regala il set point (24-18). Ace di Travica e squadre al cambio di campo con Perugia avanti (25-18).
Punto a punto anche nelle fasi iniziali del secondo set. Break Perugia con ter Horst e l’errore di Bottolo (8-6). Ace di Leon (10-7). Magia di Plotnytskyi dopo una grande difesa di Leon, poi errore di Sterna, poi altro super scambio chiuso da Ter Horst, poi Solè dopo un’altra difesa di Colaci, poi ancora l’argentino al secondo tentativo (17-9). Mette anche il muro Solè (19-10). Ricci chiude la tesa al centro (22-12). Il set è segnato e lo chiude Ter Horst (25-14).
Il muro di Solè scuote l’inizio di terzo set (5-2). Il muro di Padova accorcia (5-4). Ricci in primo tempo (9-7) e pochi scambi dopo a muro (11-8). Milan gioca bene in contrattacco e Padova torna a contatto (13-12). Fuori Ter Horst e parità (13-13). Il muro di Vitelli porta avanti la Kioene (16-17). Pareggia Ter Horst (17-17). Ace di Leon (19-18). Break Perugia con attacco e poi muro di Plotnytskyi (22-19). I Block Devils arrivano al match point con il primo tempo di Solè (24-21). L’ace di Plotnytskyi fa scorrere i titoli di coda (25-21).

I PROTAGONISTI-

Dragan Travica (Sir Safety Conad Perugia)- « Sono stato felice di ritrovare i miei ex compagni, sono molto legato a Padova. Riguardo la partita, direi che l’abbiamo giocata con molta qualità e che abbiamo lavorato molto in fase break ed in contrattacco, a dimostrazione del fatto che in palestra lavoriamo tanto e con umiltà ».

Marco Volpato (Kioene Padova)- « Non siamo riusciti ad essere esuberanti come nelle precedenti sfide e nel secondo set abbiamo accusato un calo che ha inciso sull’andamento finale del match. In ogni caso non dobbiamo farci abbattere da questa sconfitta perché anche nel terzo parziale abbiamo lottato con i denti fino all’ultimo pallone e questo è molto importante per il gruppo ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA 3-0 (25-18, 25-14, 25-21)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 3, Leon Venero 13, Ricci 5, Ter Horst 11, Plotnytskyi 11, Solé 7, Piccinelli (L), Colaci (L), Zimmermann 0. N.E. Biglino, Vernon-Evans, Russo, Sossenheimer. All. Heynen.

KIOENE PADOVA: Shoji 0, Wlodarczyk 8, Vitelli 6, Stern 14, Bottolo 1, Volpato 6, Gottardo (L), Casaro 0, Danani La Fuente (L), Canella 0, Milan 6. N.E. Bellomo, Fusaro, Merlo. All. Cuttini.

ARBITRI: Luciani, Piperata.

NOTE – durata set: 26′, 24′, 27′; tot: 77′.

MVP: Oleh Plotnytskyi (Sir Safety Conad Perugia)

I RISULTATI-

Cucine Lube Civitanova-Itas Trentino 3-0 (25-15, 26-24, 25-18);

Sir Safety Conad Perugia-Kioene Padova 3-0 (25-18, 25-14, 25-21);

Allianz Milano-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 1-3 (19-25, 25-23, 25-27, 20-25);

Consar Ravenna-Leo Shoes Modena – Si gioca domani Ore 20.30;

NBV Verona-Vero Volley Monza 3-1 (25-21, 22-25, 25-16, 25-23);

Top Volley Cisterna-Gas Sales Bluenergy Piacenza 1-3 (25-22, 21-25, 22-25, 21-25)

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 9, Cucine Lube Civitanova 8, Allianz Milano 6, NBV Verona 6, Gas Sales Bluenergy Piacenza 6, Leo Shoes Modena 3, Vero Volley Monza 3, Itas Trentino 3, Kioene Padova 3, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3, Consar Ravenna 1, Top Volley Cisterna 0.

Note: 1 Incontro in meno: Leo Shoes Modena, Consar Ravenna;

IL PROSSIMO TURNO- 11/10/2020 Ore: 18.00-

Leo Shoes Modena-Allianz Milano;

Consar Ravenna-Top Volley Cisterna;

Kioene Padova-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia;

NBV Verona-Sir Safety Conad Perugia;

Vero Volley Monza-Cucine Lube Civitanova;

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Itas Trentino Ore 17.00

Tutte le notizie di SuperLega

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti