Nei recuperi vincono Montecchio e Soverato

La squadra di Amadio ha espugnato Modica dopo aver perso il primo set, quella di Napolitano ha regolato Catania in quattro set
Nei recuperi vincono Montecchio e Soverato© Legavolley Femminile
TagsIpagInternational

ROMA- Il campionato di A2 femminile ha vissuto nel pomeriggio di oggi due recuperi, entrambi nel Girone B. L’ Ipag Sorelle Ramonda Montecchio ha espugnato il campo dell’ Egea PVT Modica dopo essere andata in svantaggio ed aver sofferto anche nel secondo set. Nell’altro match di serata l’International Soverato ha battuto in casa in quattro set la Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania.

EGEA PVT MODICA – IPAG SORELLE RAMONDA MONTECCHIO-

Nel pomeriggio si sono affrontate al PalaRizza – nel recupero della 3a giornata di ritorno l’Egea PVT Modica e l’Ipag Sorelle Ramonda Montecchio, gara originariamente prevista lo scorso 9 gennaio e rinviata causa varie positività in entrambi i gruppi squadra.

Coach Quarta si affida alla diagonale Brioli-M’Bra, Gridelli e Antonaci al centro, Longobardi ed Herrera in banda e libero Salviato.
Risponde Amadio che opta per Bortoli in cabina di regia, Giorgia Mazzon opposta, capitan Fiorio e Jeremic in posto quattro, Brandi e Meli al centro e libero Mistretta.
Le siciliane partono decise e concentrate in avvio (2-0), ma le ospiti non impiegato molto tempo a ricucire il break ed a passare davanti con Mazzon (4-6). L’Egea non demorde, e non fa scappare Montecchio, giocandosi il set a viso aperto e pareggiando i conti a metà parziale e trovando il sorpasso con l’attacco di Longobardi (14-13). Si va avanti punto a punto fino al break di Mazzon che riporta avanti le vicentine (16-17), ma le padroni di casa riescono a mantenersi in parità fino al 22-22, ed a trovare lo strappo decisivo sul finale con Longobardi, l’errore in attacco di Montecchio ed il tocco di Brioli sottorete per il 25-22 casalingo.

La Ipag prova a dimenticare il set precedente, trovando immediatamente il break sul quale Quarta ferma il gioco (4-7). Il time-out è una panacea per le padroni di casa, che con M’Bra – autentica protagonista – firmano un break di 6-0, con Amadio costretto a fermare il gioco (10-7). Meli trova due ace intervallati dal primo punto di Magazza – appena entrata per una spenta Jeremic -, ed è nuovamente parità con la fast di Brandi (13-13). Il muro di Fiorio, l’attacco out di M’Bra ed il muro di Mazzon portano il break alle venete, con Quarta che deve parlare nuovamente con le sue (14-17).  Longobardi ed un errore delle ospiti riportano a contatto Modica sul finale (20-21), con Amadio che rimette Jeremic in campo al posto di Magazza infortunata. Si susseguono scambi lunghissimi e combattuti, ma è proprio la serba Jeremic a fare la differenza, con il muro finale per il definitivo 22-25, rimettendo tutto in parità.

L’Egea PVT parte forte in avvio di terzo set con Gridelli (4-1), ma l’Ipag Sorelle Ramonda risponde immediatamente con capitan Fioro che riporta la parità (4-4). M’Bra ritrova l’immediato break, subito riassorbito dal tocco intelligente di seconda di Bartolucci (7-7).
Sembra il preludio per un altro set equilibrato, ma Mazzon inizia a martellare in attacco e la seconda linea di Modica inizia a vacillare, soprattutto in ricezione, con Montecchio che invece prende bene le misure muro-difesa sugli attacchi di M’Bra, e le ospiti scappano sull’8-12 prima, e poi allungano in facilità, chiudendo la terza frazione a proprio vantaggio sul 15-25.

Il turno iniziale al servizio di Frigerio è semplicemente devastante ad inizio quarta frazione, complice il black out delle siciliane, e Montecchio ringrazia portandosi sull’ 1-9. Il set praticamente finisce qui, con Modica che prova la reazione ma le ospiti amministrano senza affanni il corposo vantaggio, chiudendo la sfida sul definitivo 13-25 con il punto di Capitan Fiorio. Ottime le prove di Mazzon (20) e Meli (15). Per Modica non bastano i 17 punti di M’Bra, la migliore per le padrone di casa.

Tre punti che consentono all’ Ipag Sorelle Ramonda Montecchio di portarsi al terzo posto in classifica a quota 29, ad un solo punto da Pinerolo ed a tre dalla battistrada Talmassons, in attesa di tutti gli altri recuperi ancora da giocare.
L’Egea PVT Modica cancella in parte la brutta prova di domenica con Soverato, e deve provare a ripartire da quanto di buono si sia visto nei primi due parziali, in cui ha giocato alla pari con le venete.

IL TABELLINO-

EGEA PVT MODICA – IPAG SORELLE RAMONDA MONTECCHIO 1-3 (25-22 22-25 15-25 13-25)

EGEA PVT MODICA: Brioli 3, Herrera Alvarez 8, Gridelli 10, M’bra 17, Longobardi 13, Antonaci 5, Salviato (L), Ferro 3, Salamida, Saccani, Bacciottini. All. Quarta.

IPAG SORELLE RAMONDA MONTECCHIO: Jeremic 8, Brandi 6, Mazzon 20, Fiorio 16, Meli 15, Bortoli, Mistretta (L), Frigerio 3, Bartolucci 1, Magazza 1, Orlandi, Muraro. All. Amadio.

ARBITRI: Ciaccio, Pecoraro.

NOTE – Durata set: 24′, 31′, 22′, 21′; Tot: 98′.

RANIERI INTERNATIONAL SOVERATO – RIZZOTTI DESIGN PALLAVOLO SICILIA CATANIA-

Si sono sfidate al PalaScoppa di Soverato la Ranieri International Soverato e la Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania, per il recupero della 4^ giornata di ritorno.
Coach Napolitano schiera Saveriano in cabina di regia, opposto Badalamenti, Buffo e Quarchioni in banda, Riparbelli e Tajè al centro e Ferrario libero. Risponde Chiappafreddo con la diagonale Bridi-A.Conti, Bulaich e Bordignon in posto quattro, Bertone e Catania al centro e libero Oggioni.

Partono meglio le ospiti in avvio, con Napolitano che ferma subito il gioco per qualche errore di troppo delle sue giocatrici (3-5). Al rientro in campo, Riparbelli e Badalamenti riportano immediatamente la parità (6-6). Match in equilibrio fino al 12-12, dove Badalamenti trova due punti di fila ed il break casalingo (15-12). La Ranieri International mantiene i tre punti di vantaggio fino al 22-19, dove il muro di Bridi e l’attacco di Conti riaprono il discorso sul finale (22-21). Buffo trova prima il punto in attacco, ma poi si fa murare, e Catania pareggia sul 23-23. La rimonta però si spegne sul più bello, perchè Riparbelli ed il muro di Buffo firmano il 25-23 per Soverato.

Nel secondo set le calabresi prendono il comando delle ostilità e si tolgono di dosso ruggine ed imprecisioni, mentre Catania inizia a sbagliare in costruzione ed in attacco, uscendo dal set troppo presto nonostante Chiappafreddo cerchi soluzioni fermando il gioco e cambiando interpreti. Il dominio delle padroni di casa si riassume con il 25-7 sul quale termina il parziale.

La Rizzotti Design si risveglia ad inizio terzo set e riaccende la battaglia, con Bertone che trova il break ospite sul quale Napolitano ferma il gioco (5-8). Si lotta a viso aperto, con le cavallucce marine che si avvicinano più volte alle ospiti, ma non riescono mai a trovare la parità. Dal 15-18 Buffo ed un errore ospite portano il meno uno (17-18), ma è Bulaich a trovare lo strappo decisivo sul finale, trascinando le proprie compagne con ottimi attacchi e mettendo a terra il punto del 21-25, riaprendo così i giochi.

Le calabresi partono meglio, ma le siciliane rispondono colpo su colpo, con un’ottima Alessia Conti in attacco insieme alla Bordignon, ma è la Ranieri International a trovare il break con Badalamenti e la pipe di Buffo (14-11). Le ospiti perdono lucidità e vanno in affanno commettendo nuovamente alcuni errori di troppo, e Soverato ne approfitta, comandando le ostilità sul finale e chiudendo in discesa sul 25-16. Top scorer dell’incontro Simona Buffo con 23 palloni messi a terra

Tre punti importanti per le cavallucce marine, che si portano al quinto posto a quota 20 punti, scavalcando la Tecnoteam Albese in classifica.
Per la Rizzotti Design una buona prova per due set e mezzo, ma troppi black-out che non consentono alle ragazze di Chiappafreddo di portare il discorso al quinto set e smuovere così la graduatoria.

IL TABELLINO-

RANIERI INTERNATIONAL SOVERATO – RIZZOTTI DESIGN PALLAVOLO SICILIA CATANIA 3-1 (25-23 25-7 21-25 25-16)

RANIERI INTERNATIONAL SOVERATO: Quarchioni 17, Taje’ 4, Saveriano 2, Buffo 23, Riparbelli 8, Badalamenti 15, Ferrario (L), Foucher 4, Gabbiadini 2, Mennecozzi. Non entrate: Ascensao Silva, Ascensao Silva. All. Napolitano.

RIZZOTTI DESIGN PALLAVOLO SICILIA CATANIA: Bridi 3, Bulaich Simian 10, Catania 3, Conti 8, Bordignon 14, Bertone 10, Oggioni (L), Conti 1, Picchi, Poli. Non entrate: Moltisanti. All. Chiappafreddo.

ARBITRI: Morgillo, Pasciari.

NOTE – Durata set: 36′, 19′, 27′, 27′; Tot: 109′.

LE CLASSIFICHE-

GIRONE A-

Cbf Balducci Hr Macerata 29*; Banca Valsabbina Millenium Brescia 27***; Omag – Mt S.Giov. In Marignano 25***; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 23***; Green Warriors Sassuolo 23**; Volley Hermaea Olbia 21***; Sigel Marsala Volley 21; Olimpia Teodora Ravenna 18**; Assitec Volleyball Sant’Elia 9***; Seap Dalli Cardillo Aragona 8**; Tenaglia Altino Volley 0**.
*una partita in meno;
**due partite in meno;
***tre partite in meno.

GIRONE B-

Cda Talmassons 32*; Eurospin Ford Sara Pinerolo 30**; Ipag Sorelle Ramonda Montecchio 29; Lpm Bam Mondovi’ 26***; Ranieri International Soverato 20**;Tecnoteam Albese Volley Como 19***; Itas Ceccarelli Group Martignacco 17*; Club Italia Crai 13***; Anthea Vicenza 13***; Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania 5**; Egea Pvt Modica 3**.
*una partita in meno;
**due partite in meno;

 

 

 

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti