Messi, cecchino tutt’altro che infallibile

Nuovo record in vista, per una volta negativo, per Leo Messi, che nell’ultima esibizione con il Levante ha fallito il secondo dei due rigori a disposizione, toccando quota 6 errori in Liga. Ancora uno e saranno raggiunti Eto’o e Cesar. La Pulce fallisce il 23% delle sue esecuzioni.
Messi, cecchino tutt’altro che infallibile© EFE
Andrea De Pauli

BARCELLONA (SPAGNA) - Ha cancellato il vecchio recordman liguero Telmo Zarra, elevando il primato di reti nel campionato iberico alla vertiginosa quota di 289 gol, a cui vanno aggiunti 113 assist, in appena 319 apparizioni. Ha spazzato via il mitico Gerd Müller, chiudendo la stagione 2011/12 alla fantasmagorica cifra di 82 marcature, tra club e Nazionale. Ha chiuso l’anno solare 2012 con il disumano numero di 91 reti complessive. È l’unico calciatore che sia stato capace di realizzare 5 gol in un’unica partita di Champions League, sempre nella primavera del 2012, contro il malcapitato Bayer Leverkusen. E si potrebbe andare avanti, così, di primato in primato, per un’intera giornata. Ora però, Leo Messi è giunto alla soglia di un nuovo record, per una volta negativo. Ancora un errore dal dischetto ed eguaglierà Eto’o e Cesar in vetta alla speciale classifica dei peggiori cecchini della storia del Barça.

COMUNQUE DI UN ALTRO PIANETA - Ebbene sì, anche il migliore del pianeta, per alcuni il migliore di sempre, ha il suo tallone d’Achille. Leo Messi è tutt’altro che un rigorista infallibile. Con quello di ieri, la Pulce ha già collezionato ben 15 penalty gettati alle ortiche su 65 a disposizione in tutte le competizioni, ovvero il 23%. Quasi un rigore su quattro! Sparando sopra la traversa il seconda delle due esecuzioni contro il Levante, la sua 44ª totale in campionato, il quattro volte Pallone d’Oro ha raggiunto sul secondo gradino dello speciale podio blaugrana, il mitico Ronald Koeman, fermo a quota 6. Si è trattato del secondo penalty sprecato dei tre calciati in questa apertura di stagione, dopo quello fallito al San Mamés nel debutto liguero contro l’Athletic Bilbao. Nonostante i numeri tutt’altro che lusinghieri, comunque, nessuno mette in discussione il suo ruolo, a cominciare da Luis Enrique. “Avrà anche sbagliato un rigore, ma per questo non è più umano. Prima ha fatto due assist, poi ha completato l’opera con una doppietta. Di umano Messi ha davvero molto poco”.

@andydepauli

¡Qué Viva España!

Commenti