Diretta Patteggiamento Juve, ecco la sentenza: multa di 718mila euro ma Agnelli va a processo

Il Tribunale Federale Nazionale accetta il patteggiamento del club bianconero con la Procura Federale: sanzioni per gli ex dirigenti tra cui Paratici, Nedved e Cherubini
31 min
Aggiorna

Il Tribunale Federale Nazionale ha accettato il patteggiamento tra la Juventus e la Procura Federale: il club pagherà un'ammenda da 718 mila euro, ma non inoltrerà ricorso per i procedimenti. Sanzionati anche gli ex dirigenti bianconeri Fabio Paratici, Pavel Nedved e Federico Cherubini. Segui il processo in diretta.


18:55

Juve, il titolo guadagna 4,40%

Sarebbe potuta essere una giornata devastante dal punto di vista delle contrattazioni del titolo Juve, ma la sentenza del Tribunale Federale Nazionale è stata accolta in maniera positiva dal mercato azionario. Le azioni della Juventus, rispetto al prezzo di apertura di questa mattina, hanno avuto al termine delle contrattazioni un rialzo del 4,40%.


18:45

Juve, le conclusioni del Tribunale Federale Nazionale

Il patteggiamento tra la Juventus e la Procura federale è ormai un capitolo chiuso. E alla fine del percorso giuridico, arrivano le motivazioni della Corte chiamata questa mattina a giudicare l'accordo tra le parti. "Conclusivamente - si legge nelle motivazioni del Tribunale Federale Nazionale - la sanzione della penalizzazione di 10 (dieci) punti in classifica da scontare nella stagione sportiva in corso, anche in un’ottica equitativa, si rivela del tutto idonea a soddisfare i criteri di afflittività, proporzionalità e ragionevolezza come innanzi enunciati".


18:30

Juve, ora si guarda al futuro

Dopo aver risolto ogni situazione con gli organi di giustizia sportiva in modo sapiente, il club bianconero è pronto a programmare la prossima stagione. In primis dovrà essere valutata la nuova figura del direttore sportivo: Cristiano Giuntoli - attuale diesse del Napoli - sembra essere il primo indiziato arrivare alla corte juventina.


18:10

Juve, l'ultima è ininfluente per l'Europa

L'ultima partita di campionato della squadra juventina non sarà decisiva per la qualificazione alle manifestazioni europee. Qualsiasi risultato dovesse arrivare domenica sera dal Friuli di Udine, la formazione di Allegri conquisterebbe in ogni caso sul campo l'accesso in Europa. In attesa della decisione dell'Uefa, la Juve potrebbe in ogni modo migliorare la propria classifica. E con un combinato disposto di risultati con le partite della Roma e dell'Atalanta, potrebbe anche conquistare momenteneamente il pass per l'Europa League. Il risultato del campo resterebbe sub judice per quanto riguarda l'Uefa che ancora si deve pronunciare.


17:25

Juve, l'indizio all'interno del comunicato ufficiale

Il comunicato ufficiale della Juventus sulla questione relativa al patteggiato con la Procura Federale nasconde implicitamente anche la conferma del tecnico Massimiliano Allegri, in questi giorni spesso messo in discussione dall’ambiente bianconero. Ma il testo della nota, non lascia adito a interpretazioni sul futuro della panchina. ”La definizione di tutti i procedimenti sportivi FIGC aperti consente infatti alla Società di conseguire un risultato certo (…) permettendo inoltre al management, all’allenatore della Prima Squadra e ai giocatori di concentrarsi sull'attività sportiva ed in particolare sulla programmazione complessiva della prossima stagione”.


17:05

Juve, si alleggerisce anche la posizione degli altri club

Dopo il pronunciamento del Tribunale Federale Nazionale e l'approvazione del patteggiamento tra Procura Federale e Juventus, anche la posizione dei club coinvolti sulle sospette partnership si alleggerisce.  La loro posizione potrebbe essere rivista soltanto nel caso in cui - dalla Procura della Repubblica titolare dell'inchiesta Prisma - dovessero emergere nuovi elementi.


16:45

Juve, ora si attende la decisione dell'Uefa

Archiviato il procedimento legato alla manovra stipendi, ora il club bianconero dovrà attendere la decisione dell'Uefa. A Nyon era stato aperto un procedimento, ma ora - dopo la decisione del Tribunale Federale Nazionale - l'organo giudicante sarà chiamato a chiudere la questione: l'opzione più probabile è quella di una sospensione annuale dalle competizioni europee.


16:31

Il titolo in Borsa a gonfie vele

La notizia del patteggiamento avvenuto tra la Juventus e la Procura Federale ha spinto il titolo in Borsa: alle 16:30 le azioni del club bianconero ha guadagnato il +4,60% rispetto all'apertura di questa mattina.


16:15

Juve, il processo Prisma riprende a ottobre

Archiviati tutti i procedimenti dela Giustizia sportiva, il club bianconero dovrà ora affrontare il processo avviato dall'inchiesta Prisma aperta dalla Procura della Repubblica di Torino. Lo scorso 10 maggio il Giudice dell'Udienza Preliminare (GUP) ha rimandato alla Cassazione la decisione sulla competenza territoriale. La prossima udienza è stata fissata per il 26 ottobre 2023.


16:00

Juve, con il patteggiamento di oggi chiusi i procedimenti sportivi

Il pronunciamento del Tribunale Federale Nazionale che ha approvato il patteggiamento tra la Juventus e la Procura Federale mette fine a tutti i procedimenti sportivi avviati nei confronti del club bianconero. 


15:30

Juve, ecco quanto pesa una stagione senza Champions

Secondo un calcolo relativo agli introiti della Champions League, la Juventus nella prossima stagione sarà costretta a rinunciare a oltre 50 milioni di euro. Il club bianconero perderà 15 milioni di euro per la quota di partecipazione, altri 33 milioni relativi al ranking storico e almeno altri 4 milioni di market pool. A questi mancati ricavi, ovviamente andrebbe aggiunta una parte economicamente significativa legata al botteghino.


15:05

Juve, il titolo vola in Borsa: +5,5%

Dopo la notizia dell'accoglimento da parte del Tribunale Federale Nazionale sulla manovra stipendi, il titolo della Juventus sta facendo registrare (dato aggiornato alle ore 15) un picco positivo: le azioni hanno avuto una crescita del +5,5% rispetto al prezzo di apertura di questa mattina.


14:58

Juve, la nota del club bianconero sul patteggiamento

Da pochi minuti, la Juventus ha pubblicato sul proprio sito, il comunicato ufficiale dopo la decisione del Tribunale Federale Nazionale. Leggi qui


14:49

Gravina: "Serve una giustizia al passo con i tempi"

Il Presidente della Federcalcio Gabriele Gravina ha parlato pochi minuti fa fuori dagli uffici della Figc, facendo diverse valutazioni sulla giustizia sportiva e sulla giustizia ordinaria. (Guarda il video)


14:42

Juve, il comunicato ufficiale

Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”) comunica di aver definito ad ogni effetto con gli organi della Giustizia sportiva il procedimento FIGC n. 336 pf 22-23 (relativo alle c.d. “manovre stipendi 2019/2020 e 2020/2021”, ai rapporti con taluni agenti sportivi, nonché a taluni presunti “rapporti di partnership” con altri club) a fronte dell’irrogazione di una sanzione pecuniaria pari a Euro 718.240,00 e della rinuncia alla presentazione di ricorso innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI avverso la decisione emessa dalla Corte Federale d’Appello della FIGC in data 22 maggio 2023 nel procedimento relativo alle c.d. “plusvalenze”.


14:35

Gravina: “Con il patteggiamento Juve più serenità per il calcio”

Il presidente federale Gabriele Gravina ha commentato la decisione del Tribunale Federale Nazionale sul patteggiamento della Juventus in relazione alla manovra stipendi. “C'è un momento per la verifica, l'accertamento e i giudizi, ma c'è anche un momento per decidere e guardare al futuro con maggior serenità - ha dichiarato il presidente della Figc - il tutto nel rispetto assoluto delle regole. Quest'ultimo atto è previsto dalle nostre norme, auspicabile e condiviso ed è il risultato più bello del calcio italiano per trovare un momento di serenità".


14:05

Juve, le ammende agli ex dirigenti bianconeri

Al netto della posizione dell'ex presidente Andrea Agnelli che ha deciso di non patteggiare, il Tribunale Federale Nazionale ha accettato anche le altre sanzioni proposte nei confronti degli ex dirigenti bianconeri. Multa da 47 mila euro per Fabio Paratici, 35,25 mila euro per Pavel Nedved e Federico Cherubini. Sanzioni anche per Cesare Gabasio (18,5 mila euro), Paolo Morganti (15 mila), Giovanni Manna (11,75 mila) e Stefano Braghin (10 mila).


13:50

Juve, ammenda da 718 mila euro

Comunicata l'ammenda per il club comminata dal Tribunale federale: la Juventus pagherà 718.000 euro.


13:45

Juve, nessun patteggiamento per Andrea Agnelli

L'ex presidente della Juventus Andrea Agnelli ha deciso di non patteggiare: si presenterà al processo in programma il prossimo 15 giugno 2023. Questa l'ordinanza del Tribunale Federale Nazionale: Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, non definitivamente pronunciando, preso atto dell’istanza congiunta presentata dall’Avv. Davide Sangiorgio, nell’interesse del Dott. Andrea Agnelli, e dall’Avv. Giorgio Ricciardi, rappresentante della Procura Federale, al fine di ottenere un rinvio per proseguire nelle già avanzate interlocuzioni, finalizzate alla valutazione di una proposta di accordo ex art. 127 CGS; ritenuta la richiesta meritevole di accoglimento, stralcia dal presente procedimento la posizione del Dott. Andrea Agnelli, la cui trattazione rinvia all’udienza del 15 giugno 2023, ore 10:30, in presenza, con salvezza dei diritti di prima udienza.


13:44

Juve, il Tribunale federale accetta il patteggiamento

E' arrivata la ratifica del Tribunale Federale: solo un'ammenda per il club bianconero che non presenterà alcun ricorso sulla penalizzazione di - 10 punti. Si chiude definitivamente la vicenda, la classifica del campionato è decisa in maniera definitiva.


13:40

Juve, l'importanza di qualificarsi in Europa

Il piazzamento in Conference League (o quello in Europa League) sarebbe determinante per la Juventus ai fini delle prossime stagioni. L’UEFA attenderà la sentenza odierna per poi prendere una decisione che potrebbe prevedere l’esclusione dalle coppe per il club bianconero che scatterebbe alla prima occasione utile. La Juve, con la qualificazione in Europa, andrebbe così a preservare le prossime stagioni sacrificando unicamente quella attuale.


13:25

Juve, il Tribunale federale può approvare o rigettare l'accordo tra le parti

Il Tribunale federale in questi minuti sta valutando l'accordo tra le parti per il patteggiamento: i giudici potranno approvare l'intesa, oppure respingere l'accordo come legifera il comma 3 dell’articolo 127 del Codice di giustizia sportiva: "Nel caso in cui l’organo giudicante reputi corretta la qualificazione dei fatti operata dalle parti e congrui la sanzione o gli impegni indicati, ne dichiara l’efficacia con apposita decisione".


13:15

La sentenza nel pomeriggio

Conclusa l'udienza nel patteggiamento tra Juve e Federazione per per la manovra stipendi, i rapporti con gli agenti e le partnership con altri club, ora si attende la pubblicazione della decisione del Tribunale Federale che dovrebbe arrivare già nel pomeriggio.


13:05

Juve, terminata l'udienza in Procura federale

E' durata quasi 'un'ora e mezza l'udienza in via Campania a Roma. E' terminanta la fase dibattimentale, ora si attende la decisione del Tribunale federale. "Aspettiamo la sentenza" ha dichiarato l'avvocato Bellacosa, uno dei legali del club bianconero.


12:55

Motivazioni Juve: "Punti in base a responsabilità dei dirigenti"

"Al fine di definire il quantum della sanzione da irrogare alla Juventus, occorre far riferimento, in un'ottica comparativa, al contributo causale di ciascuno, in ragione del ruolo rivestito nella vicenda in esame, ed alle sanzioni irrogate ai quattro Consiglieri operativi, tra cui il presidente della società sportiva, Andrea Agnelli". Dunque per la Corte Federale d'appello i 30 mesi di inibizione di Paratici pesano per quattro punti di penalizzazione, i 24 mesi di Agnelli e Arrivabene rispettivamente tre e due punti, mentre i 16 mesi di inibizione di Cherubini valgono un punto per un totale di dieci, che sono i punti scalati alla Juventus nella classifica dell'attuale campionato di Serie A.


12:30

Leao, scuse pubbliche alla Juve

Sui social anche le scuse dell'attaccante portoghese del Milan dopo quanto accaduto al termine del match giocato all'Allianz. (LEGGI TUTTO)


12:10

Motivazioni della sentenza Juve, la responsabilità da posizione

"Dalla documentazione probatoria offerta dalla Procura Federale e, comunque, dalla mole di documentazione allegata al fascicolo di causa non risulta evidenza della responsabilità dei Consiglieri non operativi nei termini richiesti dal Collegio di Garanzia dello Sport. Tutte le intercettazioni, quasi sempre de relato, non consentono di individuare alcun elemento che dia conto di consapevolezza o condivisione da parte dei consiglieri non delegati, in ordine ai fatti oggetto di deferimento. La Procura federale ravvisa nel concetto di 'responsabilità da posizione' il fondamento del comportamento colpevole dei consiglieri non operativi. In altri termini, soprattutto l’approvazione dei bilanci, riferiti alle annualità in contestazione, genera, secondo la Procura federale, la violazione dell’obbligo di agire informato".


12:05

Juve, lady Di Maria prova a farsi perdonare

Mentre si sta svolgendo l'udienza Juve, la moglie di Di Maria (Jorgelina Cardoso) ha pubblicato un messaggio sui social dopo le recenti polemiche con i tifosi bianconeri. (LEGGI TUTTO)


11:55

"Il -10 è una sanzione idonea"

"La sanzione della penalizzazione di dieci punti in classifica da scontare nella stagione sportiva in corso, anche in un'ottica equitativa, si rivela del tutto idonea a soddisfare i criteri di afflittività, proporzionalità e ragionevolezza come innanzi enunciati". Con questa frase si chiudono le venti pagine di motivazioni della condanna inflitta lo scorso 22 maggio alla Juventus dalla Corte federale d'appello.


11:40

Penalizzazione Juve, pubblicate le motivazioni del -10

La Corte Federale d'Appello della Figc ha pubblicato le motivazioni della sentenza sul caso plusvalenze che vede coinvolta la Juventus. (LEGGI TUTTO)


11:35

È iniziata l'udienza Juve

Dopo la pubblicazione delle motivazioni della precedente sentenza, può iniziare l'udienza sul secondo filone dell’inchiesta sportiva della Juve presso il Tribunale Federale Nazionale, con i club bianconero che chiederà di patteggiare.


11:29

Juve, la motivazione della penalizzazione

"Ritiene il Collegio, come anticipato al punto 6.5.6 che la sanzione da applicare al caso in esame è quella della penalizzazione di punti 10 (dieci) in classifica ex art. 8, comma 1 lettera g) CGS, da scontarsi nella stagione sportiva in corso, in forza della seguente motivazione.

Come chiarito al punto 3) della presente decisione, la responsabilità del sodalizio sportivo trova fondamento nell’art. 6, I comma, CGS il quale prescrive che “La società risponde direttamente dell’operato di chi la rappresenta ai sensi delle norme federali”.

Pertanto, la violazione dei principi codificati dall’art. 4 CGS, da parte dei Consiglieri operativi e le sanzioni loro irrogate costituisce, un parametro di riferimento in termini di afflittività, proporzionalità e ragionevolezza in ordine alla sanzione da irrogare al sodalizio sportivo".


11:24

Juve, il motivo dei 10 punti di penalizzazione

"Ne consegue che un criterio di imputazione delle relative responsabilità personali si riflette sul quantum della sanzione da irrogare al sodalizio sportivo, nei seguenti termini:

1) Fabio Paratici, 30 mesi di inibizione: pesano 4 punti di penalizzazione;

2) Andrea Agnelli, 24 mesi di inibizione: pesano 3 punti di penalizzazione, atteso il ruolo rivestito di Presidente del CdA e legale rappresentante della società;

3) Maurizio Arrivabene, 24 mesi di inibizione: pesano 2 punti di penalizzazione;

4) Federico Cherubini, 16 mesi di inibizione: pesa 1 punto di penalizzazione.

Conclusivamente la sanzione della penalizzazione di 10 (dieci) punti in classifica da scontare nella stagione sportiva in corso, anche in un’ottica equitativa, si rivela del tutto idonea a soddisfare i criteri di afflittività, proporzionalità e ragionevolezza come innanzi enunciati.

Per questi motivi

a) Proscioglie dalle incolpazioni ascritte i sigg.ri Pavel Nedved, Paolo Garimberti, Assia Grazioli-Venier, Caitlin Mary Hughes, Daniela Marilungo, Francesco Roncaglio e Enrico Vellano;

b) Irroga alla società F.C. Juventus spa la sanzione della penalizzazione di punti 10 (dieci) in classifica, da scontare nella corrente stagione sportiva".


11:22

Juve, pubblicate le motivazioni della sentenza precedente

La Figc ha pubblicato le motivazioni della sentenza del 22 maggio scorso che ha stabilito i 10 punti di penalizzazioni nell'ambito del processo plusvalenze.


11:18

Juve, l'udienza inizia in ritardo: il motivo

Si aspettano le motivazioni della sentenza precedente sul caso plusvalenze per dare il via all'udienza del Tribunale Federale Nazionale, che vuole avere un quadro più chiaro prima di decidere sul secondo filone dell'inchiesta sportiva del club bianconero.


11:15

La Juve guadagna in borsa

Il possibile patteggiamento tra i bianconeri e la Procura federale è stato ben accolto dalla Borsa: il titolo guadagna al momento un +3,4%.


10:55

Udienza Juve, ritarda l'inizio

Si aspetta ancora per l'inizio del processo sulla manovra stipendi, che era previsto per le 10:30.


10:47

Udienza Juve, l'arrivo degli avvocati bianconeri

I legali del club bianconero arrivano nella sede del Tribunale Federale Nazionale di via Campania.


10:35

Udienza Juve, arrivano i legali bianconeri

Gli avvocati del club bianconero sono arrivati presso il Tribunale Federale Nazionale.


10:30

Udienza Juve in presenza

L'udienza sul secondo filone dell’inchiesta sportiva della Juve si svolgerà in presenza presso il Tribunale Federale Nazionale, con presenti i giudici guidati dal presidente Carlo Sica, la procura federale e i legali bianconeri. L'ultima udienza presso la Corte federale di appello si era invece svolta da remoto.


10:20

Juve, il cognato di Bonucci attacca Allegri

Intanto continua a far discutere il rendimento della Juve in campo e le recenti dichiarazioni di Allegri, fortemente contestato dopo la sconfitta con il Milan anche da Federico Maccari, fratello della moglie di Bonucci. (LEGGI TUTTO)


10:10

Manca poco all'udienza Juve

L'udienza sul secondo filone dell’inchiesta sportiva della Juve dovrebbe iniziare alle ore 10:30: attesa per scoprire la decisione sul patteggiamento del club bianconero.


10:00

Processo Juve, il tribunale può rifiutare il patteggiamento

Esiste la possibilità che il Tribunale Federale Nazionale della Figc rifiuti la richiesta di patteggiamento della Juve. Si andrebbe, dunque, subito a processo.


9:50

Patteggiamento Juve, come cambia la classifica

L'accordo prevede la chiusura del fascicolo Juve. Si parla di una maxi-multa nei confronti della società, con l’accettazione delle condanne già irrogate per chiudere una volta per tutte la partita giudiziaria. Ecco cosa cambierà, invece, per la situazione in classifica. (LEGGI TUTTO)


9:30

La frase di Calvo che anticipava l'intesa

Con il processo davanti al Tribunale Federale Nazionale della Figc anticipato ad oggi (invece del 15 giugno), assumono significato le parole di Francesco Calvo, Chief Football Officer bianconero, nel pre-partita di Juve-Milan: "Il -10 è acqua passata". Un preludio all’intesa raggiunta tra i legali e il procuratore federale.


9:20

La Juve chiede il patteggiamento: gli scenari

Il Tribunale Federale Nazionale della Figc dovrà anzitutto se accettare l'offerta di patteggiamento della Juventus o se rimandare alla decisione dei giudici. Ci sarà poi da capire l'entità della pena per il club bianconero, che sarà scontata nel caso in cui il patteggiamento venga accettato.


9:10

Patteggiamento Juve, il retroscena

Ieri l’accusa (Chinè) e la difesa (il pool di legali guidato dall’avv. Bellacosa) hanno formalizzato l’intesa sulla base dell’art. 127 del codice, che prevede il patteggiamento «post deferimento». Se la stretta di mano fosse avvenuta prima della notifica di Chinè, sarebbe stato necessario intraprendere la “via politica” (benestare del presidente Gravina), ora si passerà comunque da un tribunale. I deferimenti per Agnelli, Paratici, Cherubini, Nedved, Manna, Morganti, Braghin e Gabasio, ai quali la procura Figc ha contestato la violazione dell’art. 4.1, erano partiti il 19 maggio, in seguito al primo mancato accordo.


9:00

Penalizzazione Juve: al club non torna il -10

Per valutare nel profondo gli ulteriori appigli giuridici bisognerà attendere le motivazioni, che arriveranno tra il 31 maggio e il 1 giugno, e i legali bianconeri non sembrano affatto convinti che ci si trovi davanti a una sentenza blindata. (LEGGI TUTTO)


8:50

Golpe Ceferin? Fermate i soliti sospetti

Premesso che la Juventus sta facendo di tutto per suicidarsi, quali armi sfodererà la perfida Nyon per infliggerle il colpo di grazia? Gli esperti (sic) ne hanno individuate due. La prima, diretta e rancorosa: niente coppe se non giurerà infedeltà eterna alla Superlega; e questo, a prescindere dalle sentenze «a rate» dei tribunali sportivi. La seconda, indiretta e paradossale, chiama in causa le squadre italiane che sono arrivate sino in fondo. (LEGGI TUTTO)


8:40

Allegri: "Non auguro così una stagione così"

Le parole del tecnico bianconero dopo la sconfitta contro il Milan, dopo una stagione durissima sia dentro che fuori dal campo, con penalizzazioni e punti persi.


8:30

Calvo sulla sentenza Juve: "Noi puniti ingiustamente"

Così il Chief Football Officer bianconero nel pre-partita di Juve-Milan, terminata con la vittoria dei rossoneri allo Stadium: "Riteniamo di essere stati puniti ingiustamente, che non ci sia stata proporzione. Abbiamo iniziato il processo accusati di violare un articolo e siamo stati condannati per la violazione di un altro. Ma ormai è acqua passata". (LEGGI TUTTO)


8:20

Processo Juve, cosa succede con il patteggiamento

Con il patteggiamento si prevede lo sconto di un terzo della pena. Se verrà accettato, i bianconeri non potranno più ricorrere in alcun grado di giudizio sulla decisione presa. Dunque, niente reclamo al Collegio di Garanzia tra giugno e luglio, nessun caos con due processi intersecati tra loro, e nessun rischio che lo stesso Collegio annulli la pronuncia della CFA del 22 maggio o che la rispedisca alla Corte per la 7a udienza sul caso plusvalenze nel giro di un anno e mezzo.


8:10

Juve, tutto nero su bianco

Leggi il commento del direttore del Corriere dello Sport-Stadio sul secondo filone dell'inchiesta sportiva della Juve(LEGGI TUTTO)


8:00

Juve, il retroscena sul patteggiamento

La Juve patteggia. E stavolta non sono soltanto voci di palazzo. Fumata bianca, in attesa del "timbro" giuridico. Tutte le carte sono già arrivate al tribunale presieduto da Carlo Sica, che stamattina alle 10.30 si riunirà d’urgenza (su richiesta di parte bianconera) per prendere una decisione. (LEGGI TUTTO)


7:52

Juve, udienza anticipata: ecco perché

Inizialmente l'udienza davanti al Tribunale Federale Nazionale della Figc si sarebbe dovuta svolgere il 15 giugno, ma è stata anticipata ad oggi. Il motivo è un accordo che si è concretizzato nelle ultime ore, con un’accelerata improvvisa nella serata di ieri. Il motivo è un accordo vicino tra la difesa della Juve e la Procura federale coordinata da Giuseppe Chinè, che vanno verso il patteggiamento.


7:45

Processo Juve al via alle 10:30

Il via dell'udienza sul secondo filone dell'inchiesta sportiva è previsto per le ore 10:30.



Tribunale Federale Nazionale della Figc - Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti