Il Bari asfalta il Brescia e la Reggina va ko col Modena: che lotta in vetta

Netto 6-2 dei pugliesi, che raggiungono le Rondinelle e gli amaranto al 1° posto. Cagliari sconfitto dal Venezia, cadono anche Palermo e Frosinone. Tre punti per Parma e Genoa
Il Bari asfalta il Brescia e la Reggina va ko col Modena: che lotta in vetta© LAPRESSE
9 min
TagsBariRegginaCagliari

ROMA - Nella 7ª giornata di Serie B il Bari batte 6-2 il Brescia e raggiunge i lombardi e la Reggina, ko 1-0 contro il Modena, al primo posto in classifica a quota 15 punti. Sconfitta pesante per il Cagliari in casa: dopo il vantaggio iniziale di Mancosu la squadra di Liverani cede 4-1 al Venezia. Perde anche il Palermo, battuto 1-0 dal Sudtirol, mentre il Genoa compie un importante balzo in avanti in classifica battendo 2-0 la Spal grazie ai gol di Coda e Gudmundsson. Tre punti anche per il Parma (2-1 al Frosinone) e per la Ternana che batte 2-0 in trasferta il Cittadella

Serie B, la classifica

Serie B, risultati e calendario

Il Bari gioca a 'tennis' col Brescia e lo raggiunge al secondo posto

Il Bari vola al secondo posto, battendo 6-1 il Brescia al San Nicola e raggiungendo proprio la squadra lombarda a quota 15 punti. Vantaggio pugliese firmato all'8' da Folorunsho, che sfrutta al meglio un calcio di punizione di Bellomo per segnare il suo terzo gol in campionato con un tuffo di testa. Al 27' la squadra di Mignani raddoppia: è l'assist-man dell'1-0, Bellomo, a freddare Lezzerini piombando su una torre sul secondo palo di Cheddira e appoggiando in rete da pochi passi. Al 35' annullato un gol alle Rondinelle: Ayé approfitta di una convulsa mischia in area e batte Caprile con un diagonale, ma Benali era in offside. Al 43 però il Bari mette una seria ipoteca sul match: è Cheddira a firmare il 3-0 con un colpo di testa su cross di Dorval. Al 55' è ancora l'attaccante marocchino ad arrotondare il risultato: pallonetto vincente dell'11 pugliese in azione di contropiede che non lascia scampo ancora una volta a Lezzerini in uscita. Al 69' il Bari dilaga: è Antenucci a siglare il gol del 5-0 grazie ad un calcio di punizione deviato dalla barriera. A realizzare il gol del 6-0 è, al 77', Scheidler con un tap-in a porta vuota ben servito da Salcedo. Sul finale, il Brescia realizza i gol della bandiera con Holzer che batte Caprile con un bel tiro nel sette all'83' e con Moreo nel recupero. 

Bari-Brescia 6-2, tabellino e statistiche

Reggina ko, il Modena ringrazia Diaw e vince 1-0

Grazie al successo del Bari sul Brescia, sarebbe bastato un solo punto alla Reggina per portarsi da sola al comando della classifica. Gli amaranto, però, cedono 1-0 al Braglia di fronte ai circa 2000 spettatori calabresi giunti in Emilia-Romagna: la squadra di Pippo Inzaghi parte però forte e al 7' solo una millimetrica posizione di offside di Majer rende nullo il gran gol di Di Chiara, che aveva battuto Gagno con sinistro preciso dal limite. Al 35' una grande azione di Menez, culminata con un destro fuori di poco vicino al sette, mette ancora i brividi alla porta modenese. Al 53' una punizione di Di Chiara fa la 'barba' all'incrocio del pali. Al 67', però, il Modena va in vantaggio: è un colpo di testa di Diaw su cross di Marsura a battere Colombi e a regalare l'1-0 ai gialloblù. Vani gli assalti nel finale degli amaranto, che restano anche in dieci all'83' per il rosso con Santander, Di Chiara e Menez: i tre punti vanno a Tesser.

Modena-Reggina 1-0, tabellino e statistiche

Cagliari, Venezia è ancora un tabù: poker dei lagunari

Dopo il match dello scorso 22 maggio che ha decretato la retrocessione in B dei rossoblù, il Venezia si conferma 'bestia nera' del Cagliari e vince 4-1 in rimonta alla Sardegna Arena contro la squadra di Liverani. Parte meglio il Venezia che al 24' colpisce il legno con Pohjanpalo. La squadra di Liverani passa però al 38' grazie ad una magistrale punizione di mezzo esterno di Mancosu da posizione defilata sulla sinistra che non lascia scampo a Joronen. Al 49' però la squadra di Javorcic pareggia: è Pohjanpalo a freddare Radunovic con un colpo di testa su corner di Cuisance. Al 63' il match si ribalta: è l'ex Real Madrid Cheryshev a portare in vantaggio i lagunari approfittando di una corta respinta del portiere rossoblù e appoggiando in rete di destro da pochi passi. Neanche il tempo di rimettere la palla a centrocampo che il Venezia firma il tris: è ancora il russo di sinistro a regalare il 3-1 ai suoi. Il Cagliari non c'è più, e veneti all'82' fanno anche il quarto gol: è Haps in contropiede a trafiggere ancora Radunovic e a realizzare il definitivo 4-1.

Cagliari-Venezia 1-4, tabellino e statistiche

Palermo ko: un errore di Pigliacelli regala tre punti al Sudtirol

Pesante ko per il Palermo in chiave salvezza: è il Sudtirol a vincere 1-0 il match del Renzo Barbera. Ospiti che decidono il match al 20': pasticcio di Pigliacelli che rinvia di piede sulla schiena di Odogwu, la palla si impenna e finisce in porta. Siciliani che vanno ad un passo dal pari al 43' con Brunori, che tira fuori da ottima posizione. Pronti-via nel secondo tempo ed Elia viene messo a terra in area da Berra: l'arbitro fischia il rigore ma il Var revoca la decisione.  Al 94' è solo il palo a negare il pari al Palermo: è un tiro di Vido da pochi passi a centrare il legno alla destra di Poluzzi. 

Palermo-Sudtirol 0-1, tabellino e statistiche

Genoa, Coda e Gudmundsson decisivi: 2-0 alla Spal

Importante balzo in avanti del Genoa, che batte 2-0 fuori casa la Spal e va a -1 dalla vetta. Al 20' i rossoblù passano in vantaggio: cross di Pajac, Alfonso smanaccia e Coda è il primo ad arrivare sul pallone e battere il portiere con un destro in diagonale deviato da Dickmann: è il primo gol su azione dell'ex Lecce, il secondo del suo campionato. Il raddoppio della squadra di Blessin arriva all'88', con Gudmundsson approfitta di un assist di Coda, bravo a strappare la sfera a Zanellato e servirlo in area, e batte ancora Alfonso con un destro preciso. 

Spal-Genoa 0-2, tabellino e statistiche

Parma, tre punti di 'rigore': decidono Tutino e Man dagli 11 metri

Il Parma vince 2-1 contro il Frosinone e sale a quota 12 punti in classifica: primo tempo di marca laziale, con la porta di Gigi Buffon che trema due volte prima con Mulattieri fermato in extremis da un'ottima uscita dell'ex Juve, e poi con un colpi di testa di Ravanelli che esce di millimetri oltre la traversa. Nel recupero del primo tempo, però, Frabotta stende Kamara in area e l'arbitro concede il rigore: dal dischetto ci va Tutino che spiazza Turati e firma l'1-0. Nel secondo tempo è ancora un penalty a regalare il raddoppio ai ducali: Frabotta commette fallo di mano in area, Man si presenta dal dischetto e, nonostante la deviazione del palo e del portiere, mette in rete il 2-0. Poco dopo, Inglese firma anche il 3-0 ma l'arbitro annulla per fuorigioco. All'80' il Frosinone torna in partita: è Moro ad anticipare Buffon in uscita e a batterlo in spaccata di sinistro. Al 95', il tiro del possibile pareggio di Lucioni si infrange sulla traversa e il Parma può festeggiare i tre punti. 

Parma-Frosinone 2-1 tabellino e statistiche

Ternana, colpo esterno col Cittadella: decidono Palumbo e Coulibaly

Colpo esterno della Ternana, che si impone 2-0 sul campo del Cittadella. Al 35' gli umbri sbloccano il match: è un sinistro in diagonale di Palumbo dal limite dell'area a freddare Kastrati. Il raddoppio della squadra di Lucarelli, in una gara molto intensa e fallosa con ben undici ammoniti, arriva al 94' grazie a Coulibaly: bravo il senegalese a colpire di destro al volo su un preciso cross in area di Donnarumma e a chiudere la gara. 

Cittadella-Ternana 0-2, tabellino e statistiche


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti