Napoli, Spalletti in conferenza prima del Milan: rivivi la diretta

Il tecnico azzurro ha parlato insieme al capitano Di Lorenzo alla vigilia dell'andata dei quarti di Champions League a San Siro: le loro parole
14 min
Aggiorna

MILANO - Via al terzo appuntamento stagionale, Milan e Napoli sono pronti per sfidarsi di nuovo. Negli occhi dei tifosi azzurri c'è ancora il pesante 4-0 incassato al Maradona in campionato, ma in Champions League Spalletti spera che la storia sia diversa. In conferenza stampa l'allenatore del Napoli e il capitano azzurro Di Lorenzo hanno presentato la partita in programma mercoledì (12 aprile) a San Siro, valida per l'andata dei quarti di finale: rivivi la diretta delle loro dichiarazioni.


23:17

Carragher come Guardiola: "Il Napoli è la più forte"

Jamie Carragher, storica bandiera del Liverpool, esalta il Napoli di Spalletti come fatto da Pep Guardiola e fa una previsione in vista dei quarti di Champions contro il Milan... (LEGGI TUTTO)


21:58

Tra Pioli e Spalletti tutto ruota intorno a Diaz

Occhi puntati su Brahim Diaz per il il Napoli, dopo la grande prestazione offerta dallo spagnolo nel match di campionato vinto dal Milan al Maradona. Il tecnico azzurro Spalletti studia le contromosse ma il rivale Pioli pensa a un piano B... (LEGGI TUTTO)


21:36

Napoli, trend ok in casa del Milan

Il Napoli ha vinto tutte le ultime tre trasferte contro il Milan, la sua miglior striscia di sempre in casa dei rossoneri. Tuttavia, i partenopei non sono riusciti a vincere alcuna delle ultime cinque trasferte contro il Milan nelle coppe (2N, 3P).


21:14

Napoli, un poker di bomber

Il Napoli ha quattro capocannonieri a pari merito in questa Champions League: Victor Osimhen e Giovanni Simeone (che in casa del Milan saranno assenti per infortunio) ma anche Giacomo Raspadori e Piotr Zielinski, tutti a quota quattro reti segnate finora. L'ultima squadra italiana con altrettanti giocatori diversi che hanno segnato più di tre gol in una singola edizione è stata la Juventus, finalista nel 2002-03 (Del Piero, Nedved, Di Vaio e Trézéguet).


20:54

Arbitro rumeno per Milan-Napoli

Sarà un arbitro rumeno a dirigere Milan-Napoli, andata degli ottavi di Champions League a San Siro. E c'è anche una curiosità sul 'fischietto' designato per il match del 'Meazza'... (LEGGI TUTTO)


20:40

Napoli con il miglior attacco della Champions

Il Napoli ha il miglior attacco di questa Champions League con 25 gol, mentre solo il Bayern Monaco (8) ha vinto più partite finora nella competizione rispetto ai partenopei di Spalletti (7). La media azzurra di 3.1 gol a partita è attualmente la quinta migliore in una singola edizione, dopo il Bayern nel 2019-20 (3.9), il PSG nel 2017-18 (3.4), il Real Madrid nel 2013-14 (3.2) e il Liverpool nel 2017-18 (3.2).


20:25

I convocati del Napoli: out Osimhen

Niente Milan-Napoli per Osimhen: come confermato da Spalletti in conferenza l'attaccante nigeriano non è recuperato e resta fuori dai convocati per l'andata dei quarti di Champions di domani al Meazza. Fuori anche Simeone, nella lista c'è Raspadori. Questo l'elenco completo: Gollini, Idasiak, Meret; Bereszynski, Di Lorenzo, Mario Rui, Kim, Olivera, Ostigard, Jesus, Rrahmani; Anguissa, Elmas, Gaetano, Lobotka, Ndombele, Zielinski; Kvaratskhelia, Lozano, Politano, Raspadori.


20:11

Spalletti, già virale il siparietto su Guardiola

A pochi minuti dalla fine della conferenza stampa alla vigilia dell'andata dei quarti di Champions League che vedrà il Napoli di scena in casa del Milan, è già virale sui social il siparietto con cui il tecnico azzurro Luciano Spalletti ha chiuso la 'querelle' a distanza con il collega Pep Guardiola, allenatore del Manchester City. (LEGGI TUTTO)


19:48

Conclusa la conferenza di Spalletti

Con il siparietto su Guardiola è finita la conferenza stampa di Luciano Spalletti alla vigilia della sfida che vedrà il suo Napoli far visita al Milan nell'andata dei quarti di Champions League.


19:45

Spalletti: "In piedi per Guardiola"

Poi da Spalletti la 'replica' a Guardiola, allenatore del City che aveva lanciato una frecciata contro il tecnico toscano (definendolo "scontroso"): "Se ha capito male gli chiedo scusa e mi alzo anche in piedi - dice l'allenatore del Napoli alzandosi davvero -. Da lui ho imparato molto ed è uno dei tecnici che seguo, come anche Klopp e De Zerbi. Spero di poter fare una chiacchierata con lui magari davanti a un bel caffè turco" conclude Spalletti facendo ovviamente riferimento alla finale di Champions che si giocherà a Istanbul.


19:42

Spalletti: "Osi? Meglio non rischiare"

Sulla strategia da adottare contro il Milan il tecnico del Napoli risponde così: "In una doppia sfida si fanno certe valutazioni, come quella di non rischiare Osimhen che può essere utile al ritorno. C'è poi da fare delle valutazioni dopo la sfida vinta meritatamente dal Milan in campionato. Conosco però bene la mia squadra ormai e sono sicuro che ci faremo trovare pronti".


19:39

Spalletti: "Con Maldini nessun problema"

A Spalletti chiedono poi cosa dirà a Maldini, con cui c'è stato qualche screzio in occasione del match di campionato al Maradona: "Le cose di campo non hanno strascichi e io ho una grande stima di Maldini, che ho contattato per portarlo a lavorare con noi in Russia allo Zenit. In quel momento aveva altri progetti e rifiutò, ma lo racconto per far capire la stima che ho per lui. Nel giugno 2020 in piena pandemia, in un periodo in cui io non allenavo, feci un post in cui si vedono bene due maglie: quella di De Rossi e quella di Maldini". (LEGGI TUTTO)


19:35

Spalletti: "Possiamo giocarcela con tutte"

"L'importanza di certe gare non sfugge ai calciatori - dice Spalletti -. Se una sfida tra Napoli e Milan in campionato interessa solo ai tifosi delle due squadre, partite come questa di Champions sono seguite in tutto il mondo. Se è la partita più importante della mia carriera? Io spero che ce ne siano altre in futuro - prosegue il tecnico del Napoli -. Dobbiamo essere consapevoli di dove possiamo arrivare, perché abbiamo già dimostrato in questa edizione di poter competere con certe squadre. Intanto godiamoci queste ore, anche di preparazione alla partita, dalla cena di stasera al ritiro".


19:31

Spalletti: "Raspadori da valutare"

Anche a Spalletti viene chiesto quanto peserà l'assenza di Osimhen: "La forza di una squadra non è mai l'addizione nuda e cruda dei suoi componenti, ma l'addizione delle qualità dei giocatori e di come si combinano. Il Napoli finora ha dimostrato di sapere come vuole giocare al di là della formazione che scelgo e se siamo qui è anche perché abbiamo già vinto partite importanti senza Osimhen, con il collettivo e il giorno di squadra". Al posto del centravanti nigeriano dovrebbe esserci Raspadori: "Su di lui bisogna fare delle valutazioni. Ha fatto solo oggi un allenamento, domattina faremo ulteriori prove e poi andremo a scegliere chi giocherà in quella posizione lì".


19:27

È arrivato Spalletti

Dopo Di Lorenzo tocca al tecnico Luciano Spalletti parlare. Il tecnico del Napoli è arrivato in sala stampa a San Siro.


19:25

Di Lorenzo: "Leao e Theo da limitare"

"È un traguardo importante già essere qui e non era scontato arrivarci - continua Di Lorenzo -. Dovremo entrare in campo con la giusta tensione ma cercando di goderci una serata come quella che ci aspetta". Il capitano del Napoli parla poi del collega milanista Theo Hernandez, anche lui terzino: "È una delle armi del Milan e come per Leao dovremo essere bravi a limitarlo".


19:21

Di Lorenzo: "Non dipendiamo da Osimhen"

Così Di Lorenzo sull'assenza di Osimhen: "Sappiamo quanto è forte Osi ma non dipendiamo da lui e da capitano ho grande fiducia in tutti i miei compagni. Proveremo a sfruttare anche le palle inattive per trovare il gol". Al posto del nigeriano dovrebbe essere Raspadori a guidare l'attacco del Napoli: "È giovane ma ha esperienza e ha vinto un Europeo. Ha grandi qualità ed è importante per noi". (LEGGI TUTTO)


19:18

Di Lorenzo: "Ko di campionato alle spalle"

Ecco le prime parole di Di Lorenzo: "Del 4-0 incassato al Maradona dal Milan in campionato se n' è parlato fin troppo. Non siamo stati il solito Napoli, abbiamo analizzato il ko con il mister ma ora conta quello che faremo in campo domani". Il capitano del Napoli parla poi del duello che lo aspetta contro il rossonero Leao: "Dovremo cercare di limitarlo il più possibile per sperare di fare un buon risultato, ma non c'è solo lui nel Milan, bisognerà stare attenti a tutta la loro squadra".


19:14

È arrivato Di Lorenzo

Nella sala stampa di San Siro è arrivato Giovanni Di Lorenzo, capitano del Napoli che parlerà alla vigilia della sfida sul campo del Milan.


19:08

Attesa per la conferenza

Qualche minuto di ritardo per la conferenza di Spalletti e Di Lorenzo, attesi a breve nella sala stampa dello stadio San Siro alla vigilia dell'andata dei quarti di Champions League contro il Milan.


18:55

Parlerà anche Di Lorenzo

Insieme al tecnico Luciano Spalletti nella conferenza stampa alla vigilia di Milan-Napoli (andata dei quarti di Champions League) parlerà anche il capitano azzurro Giovanni Di Lorenzo.


18:45

Con Spalletti un giocatore

Tra quindici minuti prenderà il via la conferenza stampa di presentazione di Milan-Napoli di Spalletti. Insieme al tecnico ci sarà anche un giocatore azzurro.


18:30

Il Napoli come la Juve

Il Napoli ha quattro capocannonieri a pari merito in questa Champions League: Victor Osimhen, Piotr Zielinski, Giovanni Simeone e Giacomo Raspadori (4). L'ultima squadra italiana con altrettanti giocatori diversi che hanno segnato più di tre gol in una singola edizione è stata la Juventus, finalista nel 2002-03 (Del Piero, Nedved, Di Vaio e Trézéguet).


18:15

Primo incrocio europeo

Questo sarà il primo incontro tra Milan e Napoli in una competizione europea. Il Milan ha perso solo uno dei suoi Derby italiani in Europa (4V, 4N), mentre il Napoli ha registrato una vittoria e una sconfitta contro altre formazioni italiane in competizioni europee.


18:00

L'orario della conferenza

Luciano Spalletti, alla vigilia della gara di andata dei quarti di Champions League contro il Milan, parlerà in conferenza nella sala stampa dello stadio San Siro alle ore 19.


Stadio San Siro - Milano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti